Bastia: Urban Lab, la replica di Ansideri

Inaugurazione palazzo della salute di Bastia Umbra 2' di lettura 10/07/2012 - In seguito alle critiche avanzate dai segretari del Partito democratico sulla presentazione dell’Urban Lab, il sindaco di Bastia Umbra Stefano Ansideri replica ai “tre tenori” (nella rivisitazione bastiola, “due tenori e un soprano”).

“E’ evidentemente molto increscioso trovarsi a svolgere il ruolo di minoranza quando si è presa l’abitudine a governare per lungo tempo ed avendo maturato il convincimento che quello che è stato fatto, lungi dal rappresentare il frutto di un confronto con la cittadinanza, rappresenti il meglio per la nostra città.

In un recente incontro con il Dr Alberto La Volpe, al termine di un suo giro per la Città, lo stesso ebbe a dire che non riconosceva più la Bastia ordinata del tempo in cui era Sindaco e che riscontrava invece uno sviluppo disordinato determinato da una distratta politica del centrosinistra, tanto da rendere caotica e confusa la percezione del benessere che ha sempre caratterizzato il nostro territorio.
Quella dell’”Urban Lab” vuole essere un’attività propedeutica alla redazione vera e propria della revisione del PRG, un importante strumento privilegiato da numerose amministrazioni governate dal PD. Anche perché, non avendo e non avendo mai avuto intenzione di delegare ad altri funzioni di indirizzo e progettazione della Città, questa Amministrazione, in linea con quanto contenuto nel programma di mandato, ha già individuato e collocato servizi primari, come le scuole, in aree definite e con dimensioni che tengono conto dello sviluppo futuro della popolazione.

Vorrei anche tranquillizzare gli “artisti” sul costo dell’ “Urban Lab”: costo uguale a zero, essendo questa funzione all’interno del progetto presentato dallo studio FOA di Milano (Federico Oliva ed associati) e dello Studio ARCO di Caravaggio (BG), risultati assegnatari del Bando di concorso redatto da questo Comune. C’ è poi da chiarire che il “confronto” è stato sempre l’elemento fondante di questa Amministrazione, a cominciare dal fatto che il Sindaco è sempre disponibile ad ascoltare i cittadini, che in gran numero sono immediatamente ricevuti o, previo appuntamento, sempre a breve rispetto alla richiesta ricevuta (sono dati oggettivi, non confutabili). Su una cosa concordo con i “segretari”: il confronto con loro è “nulla”, come può essere un confronto con chi nulla conosce del lavoro che viene svolto all’interno della casa comunale (all’incontro fra i rappresentanti della minoranza ed i tecnici dell’Urban Lab era presente soltanto il rispettoso Dr Criscuolo).

Si, da parte dei tenori e del soprano c’è stata una sonora “stecca”!”


da Stefano Ansideri
Sindaco di Bastia Umbra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-07-2012 alle 17:49 sul giornale del 11 luglio 2012 - 746 letture

In questo articolo si parla di sanità, urbanistica, politica, partito democratico, stefano ansideri, bastia umbra, comune di bastia umbra, pd bastia umbra, palazzo della salute, urban lab

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Brx