Coldiretti, all'orto urbano di Assisi l'oscar dell'agricoltura umbra

Orto Urbano 2' di lettura 12/07/2012 - C'e' chi si e' specializzato in una filiera cerealicola dal ''grano al pane'' e chi ha riscoperto il valore di un Orto Urbano tra i vincitori degli Oscar Green 2012, gli Oscar dell'agricoltura umbra consegnati a Perugia nel corso di un'iniziativa promossa da Giovani Impresa Coldiretti Umbria.

Tra le oltre 30 aziende in lizza ''Terre del Subasio'' di Spello di Tiziano Bocciolini ha conquistato la categoria ''Stile e cultura d'impresa'', per la presenza nell'azienda agricola, di un asilo nido per bambini da 0 a 36 mesi e di un servizio di spazio gioco per bambini da 1 a 6 anni, dove conoscere il mondo rurale.
Per la categoria ''Non solo Agricoltura'', la vincitrice e' Francesca Luigetti dell'azienda ''La Contea di Laviano'' di Castiglione del Lago impegnata nella ricerca e nell'utilizzo di tecnologie per ottimizzare l'impiego di prodotti e mezzi agricoli con conseguente diminuzione dei costi di produzione, in termini di riduzione di consumi sia di carburante che di prodotti chimici distribuiti.
Per la categoria ''Esportare il territorio'' a vincere Roberto Proietti della Societa' Agricola ''Torre Bisenzio'' di Allerona (Tr), che valorizza le proprie eccellenze, chianina, olio e vino, in Europa e negli Sati Uniti.
Per ''In-Filiera'', l'oscar e' andato a Gian Piero Lucarelli dell'Agricola Lucarelli di Bevagna, che, con il progetto ''Granarium: dove il grano diventa pane'', ha realizzato una filiera agricola umbra completa, che nasce dai campi per arrivare alla vendita del pane.

La Menzione Speciale ''Paese Amico'' e' stata vinta da Padre Renato Carini dell'Abbazia di San Pietro di Assisi, che nella Citta' di San Francesco, nell'ambito del Progetto Nazionale Orti Urbani, promosso da Italia Nostra, Coldiretti, Campagna Amica e Anci, ha realizzato nel monastero benedettino un Orto Urbano.

Gli Orti Urbani rispecchiano al meglio il concetto di un'alimentazione naturale, di qualita', che rispetta il ciclo delle stagioni, in grado di trasferire direttamente i prodotti agricoli dal campo alla tavola. Il Mercato di Campagna Amica di Perugia, e' il vincitore della categoria ''Campagna Amica''.
E' il piu' grande dell'Umbria, e, in virtu' del successo conseguito a Pian di Massiano, con circa 1000 cittadini-consumatori ad appuntamento, ha raddoppiato la sua presenza in citta', grazie all'apertura di uno nuovo spazio per la vendita di prodotti agroalimentari nella frazione di Ponte San Giovanni. La novita' che lo caratterizza, tra l'altro, e' la presenza di una vera e propria ''macelleria mobile'' per la vendita diretta della carne bovina IGP di razza chianina. L'iniziativa si deve alla collaborazione con il Consorzio Produttori Carne Bovina Pregiata delle Razze Italiane (Ccbi) di Perugia, accreditato alla Fondazione Campagna Amica (Asca).






Questo è un articolo pubblicato il 12-07-2012 alle 03:03 sul giornale del 12 luglio 2012 - 1484 letture

In questo articolo si parla di attualità, assisi, Raffaele Aristei, orto urbano, abbazia di san pietro assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/BvQ