I ministri Gnudi e Clini presentano l'Expo Unesco di Assisi

Presentazione World Tourism Expo 2012 4' di lettura 19/07/2012 - Si è svolta ieri, mercoledì 18 luglio, presso la Sala Stampa di Palazzo Chigi, la conferenza stampa di presentazione della terza edizione del World Tourism Expo – Unesco che si terrà ad Assisi dal 21 al 23 settembre. Sono intervenuti il Ministro per gli Affari regionali, il Turismo e lo Sport, Piero Gnudi, il Ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, il Sindaco di Assisi e Presidente dell'Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale UNESCO, Claudio Ricci e l’organizzatore dell’evento WTE, Marco Citerbo.

Il Ministro Gnudi, intervenendo ha detto: «Siamo il Paese al mondo che ha più siti tutelati dall'Unesco. Il turismo deve essere una delle strade da percorrere per portare fuori il Paese dalla crisi. Lo dobbiamo sfruttare meglio e in modo più organico, facendo sistema e diffondendo gli arrivi su tutto il territorio nazionale. Abbiamo tanti tesori, spesso nascosti ma non per questo minori. La Borsa del turismo di Assisi avrà lo scopo di far conoscere questa Italia meno conosciuta. A livello governativo, stiamo elaborando il primo Piano strategico di rilancio del turismo, di concerto con le Regioni, le imprese e gli operatori del settore. La sfida del turismo globale si vince solo uniti».

«Il turismo è un settore cruciale per l'economia italiana e per le strategie di crescita». Lo ha detto il ministro Clini. «Valorizzazione delle eccellenze, cultura, paesaggio, ambiente e dieta mediterranea sono le variabili fondamentali per il rilancio del turismo. Investire nel patrimonio culturale e ambientale serve alla crescita dell’economia e per il nostro sviluppo».

Il Sindaco di Assisi e Presidente dell'Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale UNESCO Claudio Ricci, accompagnato da Leonardo Paoletti, intervenendo ha sottolineato che «il WTE Salone Mondiale del Turismo nei Siti UNESCO farà incontrare circa 100 Siti UNESCO mondiali a circa 150 tour operator internazionali. L’obiettivo che ci poniamo è di promuovere il “turismo lento delle esperienze e dei valori materiali e immateriali” secondo la logica per cui promuovendo i siti Unesco, il marchio culturale più importante a livello internazionale, si promuovono anche i beni culturali “minori” e, in generale, l’intero paese Italia in chiave culturale e turistica». «Si tratta - ha aggiunto - di un rilevante risultato promozionale turistico, auspicando che sia recepito l'appello dell'associazione per i Siti Unesco e i luoghi dell'Emilia Romagna che necessitano di adeguate risorse dopo il grave sisma».

«Abbiamo coinvolto la stampa e circa 150 operator da tutto il mondo – ha sottolineato Marco Citerbo, organizzatore del WTE – affinché i siti Unesco siano inseriti nei cataloghi internazionali con itinerari ad alto contenuto culturale che esaltino le eccellenze di questi luoghi. Tour operator e giornalisti durante l’evento potranno visitare i siti Unesco dell’Umbria. Grande spazio quest’anno sarà riservato anche alla prima edizione delle Giornate della Dieta Mediterranea, la manifestazione organizzata nell’ambito del WTE per esaltare e far conoscere il modello nutrizionale e l’insieme delle espressioni culturali dei popoli del Mediterraneo, diventate patrimonio dell’umanità. L’evento ha visto l’ingresso di partner importanti a livello mediatico come Gambero Rosso Channel, che organizzerà dei cooking show con la partecipazione di noti chef e realizzerà degli speciali televisivi, e la rivista leader nel settore benessere Starbene, che organizzerà un convegno con il suo staff».

Il terzo Salone del Turismo Città e Siti Unesco quest’anno, dal 21 al 23 settembre, oltre alla terza edizione del Premio Turismo Responsabile Italiano e Premio Turismo Cultura, ospiterà anche la prima edizione delle “Giornate della Dieta Mediterranea”. L’evento, aperto al pubblico oltre che ai professionisti di settore, si svolgerà nel nuovo polo culturale di Assisi: il teatro Lyrick e il nuovissimo Pala Eventi.
Le Giornate della Dieta Mediterranea si articolano in un’area espositiva riservata alle aziende produttrici, con possibilità di degustare e acquistare i prodotti tipici, e un’area adibita a Cooking Show e degustazioni guidate a cura di noti chef. Inoltre, chi vorrà approfondire la conoscenza del modello nutrizionale e culturale della “Dieta” più famosa nel mondo potrà anche partecipare a incontri e convegni scientifici, culinari e salutistici, mentre per gli operatori del turismo, buyer ed espositori, l’appuntamento principale è il 21 settembre in occasione di un workshop dedicato allo sviluppo della vendita del marketing dei prodotti della Dieta Mediterranea.

Convegni, approfondimenti, degustazioni, spettacoli di intrattenimento e laboratori di cucina saranno a ingresso libero per tutti.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-07-2012 alle 03:22 sul giornale del 19 luglio 2012 - 1077 letture

In questo articolo si parla di attualità, unesco, assisi, Raffaele Aristei, world tourism expo, salone mondiale del turismo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/BNS