Variazioni di bilancio, Marcucci: ''Più spese ai danni dei cittadini''

Paolo Marcucci 2' di lettura 28/09/2012 - La variazione di bilancio, approvata dalla maggioranza nel Consiglio Comunale di lunedì 24 settembre, ha messo in luce ancora una volta la totale mancanza di programmazione e di progetto della Giunta Ricci che, contrariamente ai proclami, continua a mettere le mani nelle tasche dei cittadini per far quadrare conti che non tornano.

Basta pensare che a fronte del maggior gettito ricavato dalla prima rata dell’IMU (oltre 320 mila euro in più solo a giugno: qualcuno è contento?), sono state introdotte consistenti maggiori spese non previste nel bilancio preventivo, approvato appena 5 mesi fa, a marzo 2012.
Sull’utilità di queste spese lasciamo giudicare i cittadini: nel blog squillanletrombe abbiamo pubblicato la delibera integrale, e ciascuno potrà verificarle, capitolo per capitolo.
A titolo di esempio, vorremmo solo ricordarne alcune, delle quali non ci è stata data spiegazione:
- 73.250 euro tra spese legali e collaborazioni professionali;
- 15.000 euro per la fantomatica mostra “Giotto”;
- 30.000 euro per eventi di promozione televisiva con le basiliche papali;
- 84.000 euro per spettacoli ad associazioni senza scopo di lucro;
- 95.000 euro per il salone mondiale dei siti UNESCO (WTE).
In totale fanno quasi 300 mila euro di spesa in più!
Però i contributi alle famiglie (abbattimento costi relativi alle utenze) vengono dimezzati del 50%, mentre gli stanziamenti per il servizio di trasporto dei disabili vengono ridotti del 23%.
Ovviamente vengono poi ridotti anche i contributi alle “associazioni” senza scopo di lucro, ai Cantori di Assisi, ai gruppi storici (balestrieri, sbandieratori, ecc.).
Ma la mancanza di programmazione e di un progetto si evidenzia nella maggiore spesa inserita ora a bilancio per il WTE: un evento programmato e sbandierato da Ricci da 4 anni per il quale, solo 5 mesi fa, erano stati stanziati a bilancio ben 70 mila euro e per il quale, ora, occorrono invece altri 25 mila euro in più.
Alla faccia della programmazione, alla fine pagano sempre i “soliti” cittadini.


da Paolo Marcucci
Lista civica Buongiorno Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-09-2012 alle 01:25 sul giornale del 28 settembre 2012 - 744 letture

In questo articolo si parla di economia, politica, bilancio, assisi, paolo marcucci, variazione di bilancio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Eka