Varchi elettronici, Confcommercio: ''Non sosterremo scelte dannose''

Zona traffico limitato 3' di lettura 29/09/2012 - La Confcommercio di Assisi e Valfabbrica non ci sta ad essere tacciata – come ha fatto indirettamente il vice sindaco Lunghi - di atteggiamento demagogico a proposito dell’allarme lanciato sulle sorti del turismo ad Assisi e sulle preoccupazioni per il futuro della città, e aggiunge una nuova “puntata” al vivace botta e risposta seguito alla presa di posizione nettamente contraria alla introduzione dei varchi elettronici.

”Il nostro compito – dice l’associazione – è quello di lavorare costruttivamente per la salvaguardia del tessuto commerciale e turistico del territorio, e questo ci sforziamo di fare, nella massima collaborazione con tutti gli interlocutori, in primis le istituzioni. Il citato progetto che coinvolge l’Architetto Patrizio è un caso esemplare sul quale continuiamo a credere molto. Ma non siamo disposti ad appoggiare nessuna scelta che riteniamo – e l’opinione raccolta direttamente tra le imprese avvalora la nostra posizione - profondamente dannosa per le sorti dell’economia locale, né ci prestiamo a strumentalizzazione di qualunque tipo. La nostra organizzazione difende la sua autonomia da ogni schieramento politico e insieme rivendica la legittimità ad essere espressione delle istanze delle imprese che rappresenta, la legittimità a dire “no” ad una decisione - quale quella dei varchi elettronici – che considera sbagliata e inopportuna, perché isola la città, ne rende quanto mai difficile l’accesso. Non si tratta di essere “demagoghi”, e di avere una mentalità “antica” (gli ottantenni sono fonte di saggezza e di storia), ma di guardare la realtà per quella che è, di rappresentare il disagio e a volte l’emergenza che vivono oggi le imprese.
Con le nostre proposte sul tema dei varchi – prosegue l’Ascom – abbiamo voluto aprire una riflessione sulla valorizzazione del centro storico di Assisi, in un momento segnato dalla generale emergenza economica: ci saremmo aspettati dall’amministrazione un atteggiamento di maggior apertura, anche alla luce delle esperienze di città con analoga struttura urbana, come Perugia, che si sviluppa in “verticale” come Assisi e il cui centro storico soffre una crisi profonda. Gli abitanti del centro storico hanno gli stesso diritti di quelli delle frazioni, ma hanno diverse esigenze, proprie di coloro che vivono in una realtà particolarissima quale è Assisi”.
Confcommercio di Assisi ribadisce dunque la proposta di una “moratoria” di 2 anni sull’applicazione del progetto dei varchi elettronici, da riprendere in esame solo una volta superata la crisi economica.
“Vogliamo – spiega l’organizzazione - che il traffico venga regolamentato durante l’anno solare, con forte differenziazione tra i periodi di alto e basso flusso turistico. Siamo convinti che tale regolamentazione possa e debba essere fatta senza gli investimenti previsti per i varchi, circa 250 mila euro. Facciamo notare che negli ultimi anni si è già investito tantissimo per il video controllo in tutto il territorio (telecamere all'avanguardia e pannelli elettronici) con risultati che vorremmo discutere dettagliatamente, a cominciare dalla verifica del loro reale funzionamento. La scelta delle priorità per noi è fondamentale: è bene investire in iniziative che attraggano visitatori piuttosto che in una politica di gestione dei flussi di orwelliana memoria che ci sembra molto lontana dalle esigenze dei cittadini e dei turisti”.
Confcommercio invoca chiarezza e coerenza anche sui dati relativi al flusso turistico: “L’assessore Lunghi il 27 luglio ci ha detto che le presenze dal primo gennaio al 30 giugno 2012 avevano registrato una diminuzione di 1000 pullman e 7000 macchine, oggi i dati regionali affermano che gli arrivi dei primi sette mesi sono positivi. E’ evidente che esiste una inspiegabile discrepanza di dati, inconciliabile con la necessità di avere un quadro certo per ragionare in maniera costruttiva. Sarebbe comunque interessante analizzare le statistiche dei check point dall’istituzione ad oggi per capire meglio l’andamento del flusso turistico”.


da Confcommercio
Assisi e Valfabbrica





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-09-2012 alle 02:12 sul giornale del 29 settembre 2012 - 984 letture

In questo articolo si parla di attualità, confcommercio, assisi, antonio lunghi, varchi elettronici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/EmS