Edilizia privata: a Santa Maria degli Angeli il primo esempio di isolamento sismico

Terremoto Marsciano 2009 2' di lettura 31/10/2012 - E’ stato realizzato nel territorio provinciale di Perugia, e precisamente nella zona di Santa Maria degli Angeli nei pressi di Assisi, il primo esempio di isolamento sismico su edilizia privata. Esempio che è stato esaminato in cantiere dai componenti del Servizio Controllo Costruzioni della Provincia di Perugia guidati del dirigente Utilio Nasini.


I tecnici della Provincia di Perugia hanno potuto assistere al posizionamento e all’installazione di isolatori sismici su una palazzina, appunto la prima di edilizia privata realizzata in Umbria, che sfrutta questa tecnologia per la difesa dai terremoti. E’ notevolmente efficace – a giudizio dei tecnici i quali ne auspicano la diffusione - questo sistema di protezione antisismica in grado di “disaccoppiare” il movimento della struttura da quello del terreno al fine di contenere, se non addirittura evitare nei limiti delle probabilità di previsione di un terremoto, qualunque danneggiamento.
La filosofia progettuale risulta estremamente semplice in quanto, mediante l’utilizzo di dispositivi di isolamento, si riduce in maniera sostanziale l’entità delle accelerazioni sismiche trasmesse dal terreno alla struttura per mezzo del “filtro” effettuato dagli stessi isolatori. Gli strumenti normativi oggi disponibili consentono la progettazione di sistemi sismicamente isolati alla base in maniera più agevole, senza la necessità del “passaggio ministeriale” per il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, in quanto sia le strutture isolate alla base che quelle dotate di sistemi ausiliari di dissipazione di energia risultano regolate dalle vigenti Norme Tecniche per le Costruzioni di cui al D.M. 14/01/2008.
Il Servizio Controllo Costruzioni della Provincia di Perugia, quindi, anche per il ruolo che riveste nell’ambito del rilascio delle autorizzazioni sismiche preventive secondo quanto previsto dalla L.R. 5/2010, intende incoraggiare i tecnici progettisti verso l’utilizzo di queste nuove tecnologie, poiché la loro efficacia è dimostrata dalle risposte di costruzioni isolate che hanno subito l'attacco di terremoti violenti nei confronti di quelle a base fissa che sono risultate altresì fortemente danneggiate. Il dato è avvalorato dall'esame delle registrazioni di edifici sottoposti a monitoraggio durante sismi di violenta intensità come quelli di Los Angeles del 1994 e di Kobe del 1995.


Nella foto: un edificio danneggiato nel sisma di Marsciano 2009






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-10-2012 alle 17:44 sul giornale del 02 novembre 2012 - 1333 letture

In questo articolo si parla di attualità, terremoto, edilizia, perugia, assisi, sisma, santa maria degli angeli, provincia di perugia, terremoto marsciano 2009

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Fz4