'Le cerase e i mostaccioli' presenta: le fave dei morti

Fave dei morti 02/11/2012 - Nuovo appuntamento con “Le cerase e i mostaccioli”, la rubrica curata dalla foodblogger Chiara Giontoni, che ogni mese regala ai lettori di Vivere Assisi una ricetta della tradizione assisana e locale. La ricetta di novembre ci spiega come preparare le “Fave dei morti”.


Questi dolcetti, come si evince dal nome, si preparano a Novembre per la ricorrenza dei defunti. Sono presenti in molte regioni italiane, ma la loro storia li identifica come originari del territorio perugino, per poi diffondersi nel resto d’Italia. Le fave dei morti sono delicati pasticcini di pasta di mandorle che nella loro forma ricordano le fave. La loro ricetta è davvero molto antica tanto che dovrebbe risalire al tempo degli Etruschi, ciò sarebbe testimoniato dal fatto che circa 200 anni fa, vicino Perugia, all' interno di un tempio di epoca etrusca è stato ritrovato un piccolo "scheletro" di pasta dolce a base di mandorle, per questo ancora ad oggi la loro preparazione è legata ad antiche usanze e tradizioni per ricordare i defunti.

Le fave dei morti
Ricetta di Chiara Giontoni

Ingredienti
125 gr. di farina "00",
300 gr. di zucchero,
200 gr. di farina di mandorle,
20 gr. di burro,
2 uova intere,
la scorza di un limone non trattato,
la punta di un cucchiaino di bicarbonato.

Procedimento
In una terrina versate la farina di mandorle, poi aggiungete lo zucchero, la farina setacciata, la scorza grattugiata del limone, il burro a pezzetti ed infine le uova. Lavorate il composto con le mani: subito sembrerà che non si riesca ad impastare, ma dopo pochi minuti tutti gli ingredienti saranno perfettamente amalgamati tra di loro, ottenendo così un impasto consistente ed omogeneo.
Quando l'impasto è pronto, lasciatelo riposare in frigo per circa 10 minuti, ed accendete il forno a 180°. Trascorso il tempo di riposo prendete l'impasto dal frigo e lavorando con i palmi delle mani preparate tante piccole palline, che schiaccerete leggermente per dare loro la forma tipica, passando la superficie nello zucchero semolato.

Infine sistemate le fave ben distanziate tra di loro su una teglia coperta di carta oleata ed infornatele per 20/25 minuti mantenendo invariata la temperatura del forno.






Questo è un articolo pubblicato il 02-11-2012 alle 09:00 sul giornale del 03 novembre 2012 - 2619 letture

In questo articolo si parla di attualità, cucina, gastronomia, assisi, tradizione, chiara giontoni, le cerase e i mostaccioli, fave dei morti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/FCb

Leggi gli altri articoli della rubrica Le Cerase e i Mostaccioli