Bastia Umbra: soppressione cinofili, ''Ora i cittadini si sentono meno sicuri''

Erigo Pecci 1' di lettura 15/11/2012 - Nel nostro comune era da molto tempo attiva una delle eccellenze, in materia di prevenzione e sicurezza contro la criminalità, e cioè la caserma del centro cinofilo dei Carabinieri.


Insediatasi, anche grazie alla lungimirante volontà dell’amministrazione guidata dal sindaco Lazzaro Bogliari, ed operante da circa 10 anni è stata da sempre un riferimento operativo per la nostra regione ed operante anche nelle regioni limitrofe quali Marche, Toscana e Lazio.
Oggi spending review, crisi economica e debito pubblico cancellano senza confronto ed escludendo qualsiasi altra ipotesi alternativa, professionalità e competenze anche laddove sarebbe opportuno invece investire.
Non conoscendo nello specifico tutte le motivazioni che hanno portato a questa scelta, non intendiamo contestarla ma sicuramente è nostra intenzione segnalare un disagio da parte di tutti i cittadini che da oggi, giustamente, si sentono un po’ meno sicuri.
E per una città che perde ogni giorno prestigio nel contesto regionale.
Non per ultimo un dubbio ed una domanda che sicuramente porremo all’interno del primo consiglio comunale utile e cioè; il Sindaco e l’Amministrazione hanno prodotto ogni sforzo e attuato tutto ciò che in loro potere per evitare questa inaccettabile cancellazione?


Nella foto: il consigliere Erigo Pecci


da Erigo Pecci
Gruppo consiliare PD Bastia Umbra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-11-2012 alle 09:24 sul giornale del 16 novembre 2012 - 532 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, bastia umbra, carabinieri cinofili, erigo pecci, pd bastia umbra, nucleo cinofili

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/F52