Bastia Umbra: Cairoli, ''La soppressione del nucleo cinofili è una grave perdita''

Piatto di Sant'Antonio 2012 17/11/2012 - La chiusura del Centro Cinofilo dell’Arma dei Carabinieri è una gravissima perdita per l’Umbria. Il nucleo è l’unico presente in Italia Centrale oltre a quelli di Roma e Firenze, molto lontani dal nostro territorio per garantire un servizio veloce, efficiente e capillare di prevenzione e repressione dei reati connessi alla droga e non solo.


Perdere questo reparto specializzato, con i suoi cani addestrati per operazioni antidroga, antisommossa, antiesplosivo e cercapersone, è ancora più grave tenuto conto che Perugia è il crocevia della droga dell’Italia Centrale e detiene il triste primato nazionale di morti per overdose. Circa dieci anni fa l’Arma dei Carabinieri ha voluto questo centro che ha eseguito interventi in Umbria e nelle zone limitrofe.

I dati parlano chiaro: migliaia di operazioni hanno prodotto successi in termini di sequestro di sostanze, individuazione di spacciatori e assuntori e controlli di prevenzione. In questo momento dove la spending review (leggasi tagli del “governo tecnico” Monti) la fa da padrona, anche i Carabinieri hanno dovuto mettere mano all’organico e alla razionalizzazione interna, dismettendo il Nucleo Cinofilo. La politica però non può stare a guardare restando zitta. La Regione dell’Umbria e il Comune di Perugia si sono mossi? E se sì, come? Hanno messo in campo tutte le forze per trovare una soluzione al problema?

A volte la razionalizzazione di spesa è giusta, come nel caso dell’eliminazione delle Province, qui però non si stanno tagliando gli sprechi, ma la sicurezza dei nostri cittadini e la professionalità dei carabinieri specializzati. Per questo sono disponibile a ogni azione volta a salvare il Centro Cinofilo cercando un dialogo con tutte le istituzioni e l’Arma dei Carabinieri. Affermare con decisione che l’Umbria vuole combattere lo spaccio degli stupefacenti e il crimine organizzato con tutti i mezzi possibili, è un messaggio di fiducia e speranza che le istituzioni hanno il dovere di dare.


Nella foto: i carabinieri cinofili di Bastia Umbra


da Jacopo Cairoli
Capogruppo consiliare PDL Bastia Umbra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-11-2012 alle 16:11 sul giornale del 19 novembre 2012 - 2763 letture

In questo articolo si parla di sicurezza, politica, popolo della libertà, bastia umbra, carabinieri cinofili, jacopo cairoli, nucleo cinofili

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/F0R


Carmelo caratozzolo

19 novembre, 14:28
Mi sarei atteso un intevento del Sindaco di Assisi e del padre custode del sacro Convento di Assisi