Paura a Mora per la piena del laghetto artificiale: quindici famiglie evacuate

Laghetto Mora 2' di lettura 18/11/2012 - Stato di allerta in località Mora di Assisi, nelle vicinanze della frazione di Palazzo, dove a causa delle abbondanti precipitazioni degli ultimi giorni il livello del laghetto artificiale si è innalzato provocando qualche cedimento e minacciando le abitazioni circostanti i cui abitanti sono stati allontanati in via precauzionale.

L’allarme è stato lanciato proprio dai residenti, preoccupati per il livello dell’acqua ormai ai limiti della capienza dell’invaso. In seguito alle prime segnalazioni sono giunti sul posto in tempi rapidi vigili del fuoco, protezione civile, forze dell’ordine e polizia municipale, impegnati fin dal primo pomeriggio a tenere sotto controllo la situazione per scongiurare l’esondazione.
Dopo un tentativo di svuotamento con l’idrovora, si è reso necessario creare un canale di sfioro, realizzato in poche ore dall’impresa Volpi per far defluire l’acqua e contenere la pressione sugli argini. Le operazioni di svuotamento, che alle 19 avevano abbassato il livello dell’acqua di circa un metro, sono proseguite per alcune ore fino a ridurre il livello di oltre due metri.
Per tutta la durata delle operazioni il sindaco Claudio Ricci è stato sul posto per controllare l’evolversi della situazione a tutela dei cittadini, che ai fini della massima sicurezza sono state evacuate, mentre nel frattempo si era già allertata una struttura alberghiera pronta ad accogliere i residenti per la notte in caso di prolungamento dello stato di allerta. Una premura di cui, fortunatamente, non si è avuto bisogno perché, come comunicato dallo stesso Ricci in serata, le famiglie sarebbero rientrate nelle proprie abitazioni per la notte e le strade riaperte.
Anche a causa della pioggia che è tornata a cadere copiosa in tarda serata, nel corso della giornata odierna continuerà il monitoraggio del laghetto per controllare che il livello idrico non superi i livelli di sicurezza.
Il primo cittadino ha ringraziato “l'assessore Lucio Cannelli, l'ingegnere capo del Comune ing. Stefano Nodessi (direttore dei lavori), i tecnici, la protezione civile (Giorgio Ermini e tutti i volontari), la Provincia (Gianluca Paggi, Paolo Angeloni e lo staff), la Regione, i vigili del fuoco, i vigili urbani e le forze di sicurezza per la grande dimostrazione di professionalità, dedizione ed efficienza legata alla gestione dell’emergenza”, risolta “in tempi rapidissimi, con la realizzazione record di una opera pubblica”.

Nella foto: le operazioni per la creazione del canale di sfioro






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-11-2012 alle 18:15 sul giornale del 19 novembre 2012 - 1884 letture

In questo articolo si parla di cronaca, emergenza, assisi, claudio ricci, Raffaele Aristei, palazzo di assisi, località mora, inondazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/GaY