Gestione musei, Pettirossi: ''I tesori della città vanno trattati con cura''

Simone Pettirossi 20/11/2012 - I musei di proprietà del Comune di Assisi rappresentano dei veri e propri tesori della nostra città e vanno trattati con cura. Riteniamo che la Rocca maggiore, il Foro romano e la Pinacoteca (con al suo interno anche il Museo della Memoria) siano delle risorse che nei prossimi anni devono essere valorizzate ulteriormente e qualificate meglio, anche con l'ausilio delle nuove tecnologie, all'interno della costruzione di prodotti turistici innovativi, che possano attrarre tipologie di turisti attenti alla cultura, all'arte, alla storia.

Basta pensare ai temi che, se sviluppati, potrebbero diventare la base di nuovi prodotti: Assisi romana, Assisi di Federico II, Assisi, underground, ecc.
Gli spunti possono essere molti, ma per costruire un prodotto turistico non bastano le idee. Serve tenere insieme tutta la filiera produttiva: idee, risorse attrattive (i musei, il territorio, i siti artistici), servizi (trasporti, ecc.), operatori del settore (ristoratori, albergatori, commercianti, associazioni culturali, cooperative di servizio, agenti di viaggio, guide turistiche, ecc.).
Riteniamo, perciò, che la gestione museale sia strategica per il nostro territorio e che il Comune di Assisi debba puntarci di più, investendoci energie e risorse.
L'Amministrazione comunale, infatti, al di là delle questioni formali, sulla gestione data a soggetti esterni oppure effettuata in modo diretto, in quanto proprietario dei beni, che sono di tutti i cittadini, è comunque il principale responsabile della fruibilità, della valorizzazione e della conservazione di questi siti museali.
A marzo 2012, con Delibera di Giunta 66/2012, la Giunta ha approvato il Piano di Gestione dei Musei proposto dal Consorzio AssisiSì, che prevedeva una serie di step per il rientro dai debiti, ma anche la riqualificazione dei siti museali, al fine di un complessivo miglioramento dei siti museali.
Dopo diversi mesi, la situazione non appare ancora chiara, perchè non si capisce bene se gli step siano stati tutti rispettati oppure no e non si capisce neanche se l'Amministrazione comunale stia vigilando sulla situazione e quali intenzioni abbia al riguardo.
Proprio per queste ragioni, abbiamo presentato un'interpellanza, il 9 novembre 2012, in cui chiediamo nel dettaglio al Sindaco se le tappe del piano sono state rispettate oppure no.
Auspichiamo che una risposta, chiara e definitiva, alle domande che abbiamo posto arrivi presto.


da Simone Pettirossi
Capogruppo consiliare Pd Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-11-2012 alle 16:27 sul giornale del 21 novembre 2012 - 1078 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, musei, assisi, simone pettirossi, pd assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Gf0