Cittadinanza onoraria a Vito Riggio: è polemica

Vito Riggio 23/11/2012 - Il consiglio comunale di ieri, giovedì 22 novembre, ha approvato il conferimento della cittadinanza onoraria di Assisi all’onorevole Vito Riggio, presidente dell’Ente nazionale per l’aviazione civile. Non senza polemiche però dai banchi della minoranza, da cui sono giunte critiche per l’unilateralità della proposta.

L’ipotesi di conferire la cittadinanza onoraria a Riggio era stata avanzata da Ricci nel corso della recente inaugurazione dell’aeroporto San Francesco d’Assisi, alla quale Riggio era presente e si era detto “onorato e orgoglioso” di “diventare cittadino onorario di una città come Assisi”.
Nella motivazione esposta da Ricci si sottolinea che il presidente dell’Enac “ha dato ad Assisi per il finanziamento di importanti opere pubbliche come i nuovi svincoli, viabilità e sottopassi in Assisi Santa Maria degli Angeli e, in ultimo, per la riqualificazione dell'aeroporto dell'Umbria peraltro "dedicato" a San Francesco d'Assisi”.
Critico sulle modalità con cui la proposta è stata avanzata il capogruppo del Partito democratico Simone Pettirossi, convinto che “Assisi ha un ruolo mondiale, che va rispettato e che impone al consiglio comunale di effettuare un confronto approfondito sul conferimento delle cittadinanze onorarie e delle benemerenze. Fino ad oggi - spiega Pettirossi - c'era stata una buona prassi, quella di una disamina preventiva, in conferenza dei capigruppo, delle cittadinanze, per costruire le condizioni necessarie per giungere ad una proposta condivisa e unitaria, visto peraltro che servono i 2/3 dei voti del Consiglio comunale. Così si e' operato, ad esempio, per il conferimento della cittadinanza onoraria assegnata al Direttore dei Musei Vaticani Antonio Paolucci e anche per la benemerenza assegnata a Sergio Fusetti, legate al grandissimo impegno profuso nel periodo del terremoto, in particolare per il restauro della Basilica di San Francesco.
Riteniamo, perciò, che ci sia stata una caduta di stile, volendo forzare la mano sul conferimento di una cittadinanza onoraria collegata alla recente inaugurazione dell'aeroporto dell'Umbria senza alcun preventivo confronto con le minoranze. Avremmo auspicato un raccordo e un cordiale confronto tra maggioranza e minoranza affinché si giungesse ad una proposta unanime, ma il sindaco invece ha voluto avanzare una proposta unilaterale. Esprimiamo, perciò, il nostro forte disappunto, ma abbiamo deciso, comunque, per puro galateo istituzionale, di esprimere un voto di astensione”.
Per tutta risposta, “unilateralità per unilateralità”, durante la discussione in sede consiliare il Pd ha avanzato di riservare lo stesso riconoscimento a Liliana Cavani, regista fra le più importanti del panorama cinematografico nazionale e che, come rilevato da Pettirossi, “ha dedicato due film a San Francesco, il primo dei quali ha visto protagonisti tanti assisani, molti dei quali oggi scomparsi”. “Oltre ad essere sicuramente degna di diventare una nostra concittadina - ha concluso Pettirossi - potrebbe rappresentare anche l'occasione per una rassegna cinematografica destinata a film dedicati ad Assisi e ai suoi figli più illustri”.


Nella foto: l’onorevole Vito Riggio






Questo è un articolo pubblicato il 23-11-2012 alle 03:44 sul giornale del 23 novembre 2012 - 1441 letture

In questo articolo si parla di attualità, cittadinanza onoraria, assisi, Raffaele Aristei, simone pettirossi, liliana cavani, vito riggio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Gos