Assisi, convegno Atoms for peace: ''Trasformare armi atomiche in energia di pace''

Energia nucleare 2' di lettura 27/11/2012 - Si è tenuta martedì 27 novembre 2012 ad Assisi la quinta edizione di Atoms for peace, il convegno internazionale organizzato dal Comitato per una Civiltà dell'Amore e dal Sacro Convento di Assisi, con il sostegno della Flaei-Cisl, dal titolo "Oltre la crisi: lo Sviluppo. Microprogetti anche dalla Conversione Nucleare".

L'obiettivo della manifestazione è quello di convertire le armi nucleari in combustibile per la produzione di energia per una nuova concezione dello sviluppo sostenibile dei popoli e per superare la crisi economica.
Una giornata dedicata ad una riflessione culturale fondamentale a un futuro sostenibile di pace necessario a tutta l’umanità. Affinché lo sviluppo possa essere sostenibile per tutti, è necessario percorrere nuove strade oggi possibili, intensificando strategicamente i progetti mirati ad un futuro di durevole sviluppo sociale ed economico, salvaguardando e, nel contempo, bonificando il Pianeta Terra.
Il convegno è stato aperto dal Custode del Sacro Convento di Assisi, padre Giuseppe Piemontese: "dopo aver operato per allargare la sensibilità per la messa al bando delle armi atomiche, da Assisi noi francescani ci facciamo eco di quanti lanciano progetti di sviluppo da quelli che erano strumenti di morte. Far si che l’uomo allarghi gli orizzonti della mente e del cuore per riscattarsi dalla miseria e povertà e trasmetta egli stesso energia di pace".
All'iniziativa sono intervenuti rappresentanti delle istituzioni, della comunità scientifica, del mondo del lavoro e delle religioni, per contribuire ad un futuro sostenibile e dignitoso per tutti. Presenti tra gli altri il Vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, Mons. Domenico Sorrentino, il Segretario Nazionale del Comitato per una Civiltà dell'Amore, ing. Giuseppe Rotunno, il Segretario Generale della Flaei-Cisl, Carlo De Masi, il presidente del Wonuc, Philippe Auziere, il Presidente dell'IISP, Tetsuo Sawada, e il Presidente dell'ILMA, Jim O'Leary. Quest'anno verrà assegnato il premio Atoms for peace a Nikolay Fedorovitch Loukonine , presidente di WANO. Nelle scorse edizioni sono stati premiati: Prof. M. Elbaradei, Premio Nobel per la Pace, Yasuhiro Nakasone, Maria Romana De Gasperi e Claude Allègre.


Foto di testata:
le torri di raffreddamento di una centrale nucleare. In basso, i partecipanti al convegno (foto sanfrancesco.org e Cristiana Costantini)







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2012 alle 17:17 sul giornale del 28 novembre 2012 - 887 letture

In questo articolo si parla di attualità, assisi, energia nucleare, sacro convento, atoms for peace

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Gzl