Cannara: Gareggia, ''Approvata una variazione di bilancio irregolare''

Fabrizio Gareggia 2' di lettura 14/12/2012 - Sulla variazione di bilancio dall’amministrazione arrivano solo informazioni parziali ed inesatte. Quello che il sindaco non ci dice è che i consiglieri non avrebbero né potuto né dovuto votare quell’atto, perché è irregolare sia nella forma che nella sostanza, tanto che il revisore dei conti si è dimesso e non ha rilasciato il proprio parere.

Pochi giorni prima, inoltre, la Corte dei Conti aveva di nuovo certificato l’irregolarità del bilancio 2012 per l’eccessivo indebitamento dell’ente che ha contratto troppi mutui ed è costretto a pagare 400mila euro all’anno di rate. Ciò nonostante è stata comunque approvata una variazione di bilancio che comporta ulteriori spese per oltre 300mila euro.
In questo contesto, il dissenso e la prudenza della minoranza erano senz’altro giustificati, ma il sindaco preferisce lanciare accuse strumentali ed infondate. Come quella che l’opposizione non avrebbe votato la variazione perché contraria a concedere un contributo alla scuola salesiana degli IRRE.
Figuriamoci se io sono contrario a concedere un contributo agli IRRE.
Forse il Sindaco dimentica che un paio di anni fa, proprio per una mia denuncia, fu impedito al Comune di sciogliere gli IRRE e di mettere le grinfie sul patrimonio dell’ente (farmacia compresa). E ancora, per una mia denuncia, si scoprì che il Comune deteneva in locazione un magazzino degli IRRE dal 1997 senza pagare una lira: quando la questione divenne di pubblico dominio, il Comune versò agli IRRE solo quattromila euro per dodici anni di affitto (invece dei 24mila euro pattuiti), vale a dire ventisette euro al mese.
A ben vedere quindi, questi soldi servono solo all’amministrazione per lavarsi la coscienza. Alla scuola salesiana, che eroga da sempre un servizio pubblico che il Comune non è in grado di assicurare ai cittadini, dovrebbe essere invece riconosciuto ciò che le spetta di diritto, vale a dire un contributo stabile e commisurato al reale valore dell’opera svolta a favore della collettività.
In conclusione, se l’entità del contributo è proporzionale all’importanza del servizio svolto dal destinatario, dobbiamo certo concludere che l’impegno delle suore salesiane riveste per questa amministrazione un’importanza minore di quella dell’opera blasfema del sig. Gino Odoardi, invitato in pompa magna ad esporre le proprie plastiche termoformate al Museo civico.
In questo rapporto c’è tutta l’essenza di questa amministrazione: le suore accolgono nella loro scuola oltre 100 bambini e ricevono, solo oggi, 10mila euro. Il sig. Odoardi, che in due mesi ha attratto 250 visitatori (contando parenti, amici e scolaresche) generando incassi per 750 euro, è stato ricompensato con ben 16mila euro.
Non c’è di che andarne fieri.

da Fabrizio Gareggia
Consigliere comunale di Cannara





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-12-2012 alle 02:31 sul giornale del 14 dicembre 2012 - 681 letture

In questo articolo si parla di politica, bilancio, cannara, fabrizio gareggia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HfV