Dimissioni di Monti, Freddii: ''Finalmente''

Rino Freddii 2' di lettura 18/12/2012 - Finalmente Monti ha dichiarato di rassegnare le dimissioni non appena sarà approvata la legge di stabilità. Come ho avuto modo di esprimere anche in Consiglio Comunale (a titolo personale, come in questo caso), in Italia stiamo vivendo in una sorta di sospensione momentanea della democrazia, sotto la guida di un governo tecnico che si avvale della benedizione del Presidente della Repubblica, ma che certamente non è espressione della volontà dei cittadini.

Situazione che solo un popolo maturo e responsabile come il nostro poteva temporaneamente accettare, ma a condizione che l’azione fosse indirizzata esclusivamente alle riforme strutturali di cui il Paese ha urgente bisogno e al rilancio dell’economia.
Invece poco o niente è stato fatto e nessuno può contestare che l’azione dei Tecnici è stata finora caratterizzata soprattutto dall’inasprimento della pressione fiscale. Pressione fiscale iniqua secondo molti, eccessiva a giudizio di tutti; a mio avviso iniqua, eccessiva, penalizzante per il mondo del lavoro e socialmente pericolosa.
È indubbio che Monti ha fatto molto per l’eurozona, ma è altrettanto vero che da quando c’è lui a capo del governo in Italia sempre più famiglie superano la soglia della povertà, il PIL è in caduta libera, la disoccupazione è in crescita, sono aumentate le richieste di mobilità, la cassa integrazione sta toccando punte mai raggiunte, le aziende che chiudono sono molte di più di quelle che aprono, il debito pubblico è da record, la maggioranza delle amministrazioni locali non riesce a far quadrare i conti se non inasprendo il prelievo fiscale e, grazie all’introduzione dell’IMU, il valore delle abitazioni è crollato e l’edilizia privata si è bloccata.
Con questo scenario a dir poco preoccupante anche un inesperto di macro economia come me capisce che forse i Professori non l’hanno azzeccate tutte, anzi. E alla notizia delle dimissioni del premier non può che venire in mente una sola parola: finalmente.


da Rino Freddii
Gruppo consiliare Popolo della Libertà





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-12-2012 alle 03:12 sul giornale del 18 dicembre 2012 - 1378 letture

In questo articolo si parla di politica, rino freddii, Mario Monti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Hoy