Aeroporto San Francesco: in Provincia 'no' unanime al declassamento

Perugia, Palazzo Donini 2' di lettura 02/02/2013 - Arriva forte e chiaro dal Palazzo Provinciale il “no” perentorio alla proposta del Governo di cancellare l'aeroporto di Perugia dal piano di sviluppo aeroportuale Nazionale.

Giovedì, infatti, opposizione e maggioranza hanno approvato all’unanimità, con 17 voti a favore, un ordine del giorno, firmato da tutti i Capogruppo, in cui si chiede al Presidente della Provincia e ai parlamentari Umbri di manifestare una vivace protesta contro l’assurda proposta che toglie l’aeroporto San Francesco dal piano nazionale aeroportuale.
L’ordine del giorno chiede il massimo impegno del Presidente della Giunta provinciale, insieme al Presidente della Giunta regionale e ai parlamentari umbri, per cancellare il declassamento dell'aeroporto dell'Umbria previsto dal Governo nazionale nel piano di sviluppo aeroportuale nazionale. "Lavorare insieme a livello istituzionale - affermano i capigruppo provinciali - per cancellare questa assurda proposta. Il declassamento incide pesantemente sulle prospettive di sviluppo dei territori umbri e per tanto questa decisione non può essere presa da un Governo dimissionario a pochi giorni dal voto".
I capigruppo contestano anche il fatto che "la decisione è stata assunta senza il necessario confronto con la Conferenza Stato-Regioni senza acquisire così il parere e le motivazioni dell'Umbria".
Ad intervenire per la maggioranza è stato il capogruppo del PD che ha affermato: “La proposta del governo è incomprensibile e ingiustificata. L’Umbria è una regione che da anni ha fatto della certezza delle infrastrutture per i trasporti, un punto fondamentale per avviare una crescita solida del territorio. Con questa esclusione l’Umbria si vede colpita al cuore. Speriamo che il nuovo governo rimetta mano a questa proposta di Piano di sviluppo aeroportuale e si confronti con le con le esigenze di crescita dei territori per i quali l’aeroporto è una infrastruttura fondamentale”.
Dalla minoranza per la minoranza è intervenuto il vicepresidente di minoranza (PDL): “Abbiamo aspettato 26 anni per avere un Piano dei Trasporti aeroportuale. Oggi è un governo dimissionario che realizza la proposta escludendo l’aeroporto San Francesco. Credo che non sfugga a nessuno che questa possa essere solo una mossa elettorale. Mi sembra impossibile che sia stata stilata questa proposta senza interpellare la conferenza Stato-Regioni. Il declassamento dello scalo Perugino, porterà la Regione a dover affrontare dei costi importanti sulla sicurezza, come il mantenimento del presidio dei vigili del fuoco all’interno dell’aeroporto”.


Nella foto:
palazzo Donini, sede della Provincia di Perugia






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-02-2013 alle 02:47 sul giornale del 02 febbraio 2013 - 540 letture

In questo articolo si parla di attualità, perugia, provincia di perugia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/IWs