Furti nelle frazioni dell'assisano: il comitato Pozzolo alza la voce

Furto 2' di lettura 04/02/2013 - E’ emergenza furti nelle frazioni dell’assisano, vittime di una scia di reati che, anche negli ultimi giorni, si sono susseguiti suscitando rabbia ed esasperazione nei cittadini. Per arginare questo fenomeno il comitato Pozzolo San Vitale chiama alla sinergia istituzioni e forze dell’ordine in difesa dei cittadini.

“Ultimamente - lamentano i residenti - i furti vengono compiuti addirittura di pomeriggio, quando gli abitanti delle case si recano al lavoro. E’ successo a Capodacqua, dove negli ultimi dieci giorni si è verificata un’ondata di furti anche in pieno giorno. Furti o tentativi di furto si sono registrati anche a San Vitale e Rivotorto. Il fenomeno sta diventando una vera e propria emergenza che va affrontata e arginata prima che l’esasperazione e la paura dei cittadini possano spingere a reazioni incontrollate”.
Il problema sicurezza è al centro dell’attività del comitato Pozzolo di San Vitale, nato nel 2002 da un’idea del compianto presidente di Radio Subasio Mario Settimi come “movimento autononomo e pluralista operante nel campo della cultura della socialità, della solidarietà dei diritti della formazione, per la promozione umana e civile attraverso la vita associativa”.
“Ad Assisi - afferma in una lettera a Vivere Assisi il comitato - esiste un “problema sicurezza” e proprio per questo si vuol organizzare un sereno confronto e dibattito fra cittadini, associazioni e istituzioni per istituire un protocollo d’intesa e iniziative per mantenere un adeguato controllo del territorio e incrementare il livello di sicurezza percepita”.
E ricordando che “la materia sicurezza pubblica appartiene principalmente alle competenze dello Stato, ma anche ai sindaci, che di recente, sono stati investiti di compiti importanti per garantire la sicurezza urbana, evitare il degrado, collaborare con le forze di polizia e aumentare la coesione sociale”, il presidente del comitato Moreno Cosimetti non solo confida “in un’immediata reazione delle forze dell’ordine, attuando quanto in loro potere”, ma auspica anche che “si possa tornare a una sicurezza e serenità delle famiglie assisane. Forse stiamo chiedendo troppo per una Città della Pace?”.






Questo è un articolo pubblicato il 04-02-2013 alle 03:18 sul giornale del 04 febbraio 2013 - 1094 letture

In questo articolo si parla di attualità, sicurezza, sara caponi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/IZI