Petrignano: Freddii a Pettirossi, ''Noi vogliamo limitare il traffico, non aumentarlo''

Rino Freddii 2' di lettura 13/02/2013 - Il collega Pettirossi nell’esporre quelle che sono secondo lui le priorità di Petrignano stranamente (?) ha dimenticato di evidenziare alcune criticità di competenza dell’Amministrazione Provinciale (a lui vicina).

Mi riferisco allo stato di totale abbandono in cui versa la rotonda di fronte allo stabilimento Colussi, al pessimo stato del manto stradale delle quattro direttrici (Assisi, Bastia, Gubbio, Aeroporto) che confluiscono in Piazza S. Pietro ed al preoccupante rigonfiamento su un lato del ponte che attraversa il fiume Chiascio.
Quanto alla questione relativa all’insufficienza dei parcheggi va detto che questa analisi non corrisponde al vero, essendovi nella zona industriale ampi spazi di sosta in gran parte inutilizzati.
Per quanto concerne poi il primo tratto di Viale dei Pini, storica passeggiata dei petrignanesi, il pensiero dell’Amministrazione è quello di una riqualificazione generale che preveda la realizzazione di un marciapiede, una pista ciclabile, un’idonea illuminazione e la messa a dimora di alberi in armonia con quelli esistenti, vietando ai mezzi pesanti l’accesso dalla rotonda di Via Indipendenza (per il momento è stato installato il divieto in uscita) affinché gli amanti del footing possano godere di un percorso che porta anche in aperta campagna.
Obiettivo dell’Amministrazione, infatti, non è quello di agevolare il traffico lungo il Viale dei Pini (come sembra suggerire Pettirossi), bensì quello di limitarlo, una volta terminata da parte della Provincia la variante al centro abitato (ingresso principale alla zona industriale-artigianale), così come proposto nella mia mozione di sollecito approvata all’unanimità dal consiglio comunale.
Questo lavoro è uno delle decine che riguardano strade, rotonde, parcheggi, marciapiedi e servizi necessari per la frazione di Petrignano presentati nelle numerose assemblee pubbliche ed il cui elenco è stato consegnato sia ai progettisti del nuovo piano regolatore che al sindaco e all’intera giunta.
Ricordo a me stesso e al collega Pettirossi che il nuovo Prg prevede un consistente ampliamento della zona industriale-artigianale e nell’operativo saranno inserite tutte quelle infrastrutture necessarie per rispondere alle esigenze di funzionalità e modernità, senza dimenticare il valore estetico.
Correttamente non abbiamo fatto promesse campate in aria, ma ci siamo dati dieci anni di tempo per realizzare in tutto il territorio le opere ritenute prioritarie inserendole nei bilanci a venire con la dovuta copertura finanziaria e cercando di non aumentare, per quanto possibile, tasse e tariffe per famiglie ed imprese.


da Rino Freddii
Gruppo consiliare Popolo della Libertà





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-02-2013 alle 02:26 sul giornale del 13 febbraio 2013 - 1049 letture

In questo articolo si parla di viabilità, politica, assisi, simone pettirossi, petrignano, rino freddii

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/JnB