Tasse, Marcucci: ''Assisi maglia nera per l'Imu''

Paolo Marcucci 1' di lettura 17/02/2013 - “Caro-IMU, Perugia costa meno di Assisi”. Così titolava ieri La Nazione, in merito ai dati pubblicati dal Ministero delle Finanze sull’IMU, sullo sfondo una foto di Ricci con sorriso beffardo, sottolineando che Assisi è il comune umbro con l’IMU più alta sulla prima casa: in media 273,43 euro contro 225,00 di Perugia e 137,10 di Bastia Umbra.

Gli fa eco oggi “Il Messaggero”, che oggi titola “Assisi, prima casa al top”. Tutti i quotidiani sottolineano come nel caso della prima casa, incida fortemente il livello medio delle rendite catastali, per cui ad Assisi il gettito ha superato quello di comuni più popolosi e con più case: Spoleto, per esempio, con 12.416 versamenti e un'aliquota del 4,5 per mille ha una media per la prima casa di 169,86 euro, mentre Assisi con 9.050 versamenti e un'aliquota del 4 per mille ha una media per la prima casa di 273,43 euro cioè il 60% più alta.
Certo il Sindaco Ricci e l’assessore Massucci potevano abbassare le aliquote base, almeno quella sulla prima casa, come proposto e richiesto più volte dall’opposizione, visto che gli estimi catastali di Assisi sono i più alti della Regione, ma non l’hanno voluto fare.
Continuano, invece, a raccontare la solita bufala “… ad Assisi meno tasse”.
Alla fine dell’anno i cittadini hanno fatto i conti e si sono accorti che i 750 euro di risparmio sbandierati da Ricci non c’erano, mentre l’IMU l’hanno dovuta pagare tutta, e salata.
La favola è finita, e c’è poco da ridere.


da Paolo Marcucci
Lista civica Buongiorno Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-02-2013 alle 22:17 sul giornale del 18 febbraio 2013 - 732 letture

In questo articolo si parla di tasse, politica, assisi, imu, paolo marcucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/JCG