Bastia Umbra: Pd all'attacco, ''Basta dire bugie ai cittadini''

Soldi generico 1' di lettura 20/02/2013 - Leggiamo con stupore i manifesti che campeggiano su Bastia, affissi dall'amministrazione comunale e quindi con i soldi di tutti i cittadini, rispetto al pagamento dell'IMU 2012.

Siamo bombardati dalla propaganda elettorale che vede esponenti del Popolo della Libertà impegnati a dimostrarci che la pressione fiscale è invariata o addirittura diminuita. Per fortuna i bastioli, così come gli italiani, non credono alle favole e neppure ai venditori di pentole.
Ma gli esponenti della maggioranza dell'attuale governo della città si sono dimenticati che durante la seduta consiliare del 15 gennaio 2013 hanno VOTATO E QUINDI approvato l'aumento dell'Imu e della Tares?? Che con questo aumento consistente hanno anche disatteso gli impegni presi con le organizzazioni sindacali e di categoria? Non si può continuare a dire bugie ai cittadini. E poco ci importa se altri comuni hanno un aumento ancora più consistente del nostro perché magari hanno più servizi. Ma credete che i cittadini non sappiano fare 2+2?

Intanto però si spendono soldi pubblici per fare manifesti, anche di notevole grandezza, che reclamizzano le scelte dell'amministrazione Ansideri.... non era meglio impiegare queste risorse per favorire lo sviluppo, agevolare certi servizi o semplicemente tappare le buche??


dal Partito Democratico
Sezione di Bastia Umbra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-02-2013 alle 23:55 sul giornale del 21 febbraio 2013 - 586 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, pd bastia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/JM1