Intossicati in casa dal monossido: stanno meglio i fratellini di Valfabbrica

ambulanza 1' di lettura 28/02/2013 - Il più grande è già stato dimesso, mentre la più piccola respira autonomamente e presto tornerà a casa. Stanno entrambi meglio i due fratellini di Valfabbrica rimasti vittime di una grave intossicazione da monossido di carbonio sprigionato da alcuni pannolini bruciati.

I due piccoli erano giunti in gravissime condizioni all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, dal quale erano poi stati trasferiti al Meyer di Firenze per essere sottoposti a trattamenti in camera iperbarica. Trattamenti che, fortunatamente, hanno avuto un esito molto positivo. Il fratellino, di due anni, è già stato dimesso, mentre la più piccola, di nemmeno un anno, si è ripresa più lentamente ma respira in autonomia e potrà tornare presto a casa.






Questo è un articolo pubblicato il 28-02-2013 alle 01:19 sul giornale del 28 febbraio 2013 - 960 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Raffaele Aristei

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/J3u