Bastia Umbra: Partito democratico, le regole del congresso al centro di un incontro

partito democratico 2' di lettura 31/05/2013 - Le vicende politiche che hanno caratterizzato l’ultima tornata elettorale e le primarie per la scelta del Premier e dei candidati al Parlamento, hanno fatto emergere in tutta evidenza alcuni aspetti del PD che hanno concorso a determinare turbolenze interne nonché un clima politico di confusione e sbandamento.

Più in generale, si sono create divisioni che non solo hanno determinato un risultato elettorale incerto e poco soddisfacente per il PD rispetto alle aspettative di una vittoria schiacciante, ma anche un ritardo nell’insediamento delle figure istituzionali. Con l’Italia intera in balia delle onde, alla fine la sete di determinatezza e la necessità e di una guida hanno prevalso sugli obiettivi di prevalenza netta del centro sinistra sulla coalizione di centro destra. Il PD alla fine ha espresso il Capo del Governo che ci auguriamo possa lavorare perseguendo il bene comune.
Ma a seguito delle vicende elettorali, sebbene la turbolenza si sia temporaneamente placata, crediamo sia opportuno riflettere sui meccanismi per l’elezione dei vertici del partito e per la scelta delle candidature. Da più parti si sente parlare di congressi “aperti” e di congressi “chiusi”.

Le questioni sono le seguenti. I vertici di un partito, sia locali che nazionali, devono essere eletti dagli iscritti o dalla collettività tutta? L’apertura e il collegamento di un partito con la società si deve realizzare nel momento della scelta dei segretari, oppure deve essere l’obiettivo quotidiano dell’attività politica? Il Segretario Nazionale deve essere anche il candidato Premier?
È auspicabile che il dibattito sul metodo e sulle regole del Partito democratico alla fine sfoci nella capacità del PD di mettere in campo meccanismi in grado di garantire la presenza nei vertici del Partito e nelle istituzioni di figure nuove, capaci, autorevoli, eticamente vigorose e con la voglia di lavorare, giorno dopo giorno, per mantenere un collegamento costante con la società.

Su questi temi si rifletterà nell’iniziativa pubblica che avrà luogo a Bastia, presso il Bar Pizza e Caffè in Via Roma, sabato 1 giugno alle ore 17.30. Interverranno la parlamentare PD Anna Ascani e il Presidente del Consiglio provinciale di Perugia Giacomo Leonelli.
Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.


dal Partito Democratico
Sezione di Bastia Umbra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-05-2013 alle 15:50 sul giornale del 01 giugno 2013 - 598 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, pd bastia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/NDT