Anche da Assisi solidarietà al sindaco di Terni Di Girolamo

Leopoldo Di Girolamo 2' di lettura 06/06/2013 - Dalla città serafica sono giunti attestati di solidarietà al sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo, ferito ieri in uno scontro con la polizia mentre guidava il corteo pacifico di operai scesi in strada in difesa delle acciaierie.

“Il sindaco di Assisi Claudio Ricci esprime piena solidarietà al Sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo. Saranno le indagini ad individuare il responsabile della inaccettabile aggressione al Sindaco di Terni durante una iniziativa in difesa del valore sacro del lavoro. Certamente questo grave episodio ripropone la difficoltà del ruolo dei Sindaci oggi, spesso gli unici sempre presenti nei territorio al fianco della gente, ma anche quelli che, come le famiglie e le imprese, sono i soggetti deboli a causa della diminuzione delle risorse disponibili.
Leopodo Di Girolamo è un esempio, per tutti noi, di qualità amministrativa, ma anche di moderazione ed equilibrio, e, quindi, questo gesto appare, ancora di più, incomprensibile e inspiegabile”.
Anche il consigliere comunale di Assisi e componente del Cal Claudia Maria Travicelli ha espresso piena solidarietà a Leopoldo Di Girolamo. “Condanniamo - ha scritto Travicelli in una nota - i fatti gravissimi avvenuti nel corso della manifestazione indetta dalle organizzazioni sindacali in difesa della occupazione della città di Terni e dell’intera regione. Riteniamo una cosa molto grave e non giustificabile, nonché un comportamento non accettabile nei confronti di nessuno e tantomeno del primo cittadino Di Girolamo, dover apprendere del ferimenti durante una carica della polizia di Stato. Esprimiamo piena solidarietà anche agli altri manifestanti colpiti durante gli scontri. Quanto avvenuto è lontano dalla storia e dalle tradizioni delle nostre città e dell’Umbria intera, che sui temi come il lavoro hanno da sempre espresso, anche nelle mille difficoltà, grande impegno e civiltà. Evidente è, che il governo con urgenza dovrà fare chiarezza su quanto accaduto”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-06-2013 alle 03:52 sul giornale del 06 giugno 2013 - 778 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/NSZ