Paoletti boccia il bilancio: ''Un dannosissimo aumento di tasse''

Leonardo Paoletti 2' di lettura 07/06/2013 - Pur dando atto all'assessore Moreno Massucci dell'impegno profuso nella costruzione del bilancio previsionale 2013, non posso condividere le scelte d'importazione del bilancio, sono certo che se avesse potuto scegliere in piena autonomia avrebbe probabilmente fatto a altre scelte rispetto a quelle che ha dovute prendere.

Ho ritenuto di non votare favorevolmente il bilancio di previsione anno 2013, dando un voto di astensione, in relazione ad un approccio profondamente errato alla costruzione dello stesso, che prevede un dannosissimo ulteriore aumento di specifiche tasse verso i cittadini, famiglie attività commerciali e ricettive del nostro comune. La chiusura del Bilancio previsionale 2013 si è potuta verificare solo attraverso l'aumento dell'imposta IMU, e l'incremento di circa il 70% della tassa sulla nettezza urbana.
Non mi sento di dare una valutazione negativa alle previsioni di spesa e contributi previsti nel bilancio 2013, scelte che appartengono alla giunta, anche se in alcuni casi, come la previsione dei varchi nel centro storico considerato il particolare momento economico di difficoltà che le attività vivono, poteva essere rinviato, riservando le risorse al miglioramento dell'Arredo Urbano del centro storico, o per il miglioramento delle condizioni viarie e delle reti tecnologiche sia del centro che della zona cosiddetta di espansione di Assisi.
Quello che non è accettabile è l'aumento delle tasse alle varie categorie e alle famiglie. Più volte ho sostenuto la necessità di istituire la tassa di soggiorno (da un rapido calcolo avrebbe portato nelle casse comunali circa 1.500.000,00 € applicando 1/1,5 € a soggiorno), circa il 90% delle città Italiane ha adottato questo provvedimento con importi ben più consistenti, tassa che sarebbe stata pagata dai turisti senza gravare sui cittadini e sulle attività ricettive, le quali oggi si troveranno a pagare un aumento di circa il 70% della tassa sulla nettezza urbana.
Se si fosse adottato il provvedimento della tassa di soggiorno, si sarebbe potuto calmierare l'aumento della tassa della nettezza urbana, e nel contempo avere maggiori risorse da dedicare alla promozione turistica, anche attraverso l'importante utilizzo dell'aeroporto Internazionale dell'Umbria S Francesco di Assisi, agli eventi culturali in genere, ai famosi contenuti che recentemente hanno latitato.


da Leonardo Paoletti
Consigliere comunale Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-06-2013 alle 21:37 sul giornale del 08 giugno 2013 - 1847 letture

In questo articolo si parla di politica, leonardo paoletti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/NZL