Fossi privati, sanzioni in vista per chi non rispetta le ordinanze

1' di lettura 10/06/2013 - Nel territorio di Assisi, nel corso degli ultimi anni, sono stati realizzati molti interventi di restauro, riqualificazione urbana e ambientale (oltre 4.000, dal 1997 ad oggi) in un territorio molto ampio (187 Km quadrati).

Peraltro si stimano 600 Km di strade, circa 3000 Km di fossi (valutazione approssimata in difetto) e oltre 4.000 forazze stradali. Tali numeri indicano la complessità di prevedere e intervenire, in poche ore, durante un evento eccezionale di pioggia intensa, che non si verificava da decenni, e che ha causato danni in molte zone umbre e italiane.
L'ufficio lavori pubblici e servizi operativi hanno ampiamente svolto opera di prevenzione (attraverso ordinanze sindacali, verso i privati, per la pulizia dei fossi) e verificando le forazze (durate una pioggia intensa i residui, trasportati dall'acqua, otturano anche le forazze pulite).
Comunque considerando che si può sempre migliorare e che le ordinanze, in alcuni casi, non sono state rispettate dai privati, il Comune farà un censimento dei fossi privati (principali potenzialmente pericolosi) in modo da controllare e, se i privati non rispettano l'ordinanza, intervenire con ammende e surroga da parte del Comune.
Il Sindaco di Assisi Claudio Ricci ha voluto ringraziare l'Assessore Lucio Cannelli, l'Ing. Stefano Nodessi, il Geom. Franco Siena, gli Operativi e i Carabinieri che hanno, in un momento di pioggia eccezionale, gestito al meglio, per quanto possibile, una complessa emergenza.


da Claudio Ricci
Sindaco del Comune di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-06-2013 alle 02:45 sul giornale del 10 giugno 2013 - 1115 letture

In questo articolo si parla di attualità, claudio ricci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/N3A