Ciclismo: Assisi premia Salvatore Puccio

Salvatore Puccio 1' di lettura 12/06/2013 - In vista della manifestazione sportiva “Passione Bicicletta”, che si svolgerà ad Assisi dal 28 al 30 giugno, si è svolto nei giorni scorsi un incontro in sala della conciliazione in cui il ciclista petrignanese Salvatore Puccio, maglia rosa per un giorno al Giro d'Italia 2013, ha ricevuto un premio dal Comune di Assisi.

All'atleta, attuale difensore dei colori del prestigioso team SKY, l'amministrazione comunale ha attribuito un riconoscimento “per le prestazioni già ottenute in campo professionistico e come augurio per future e più significative imprese”. A consegnare il premio, a nome dell'amministrazione, l'assessore comunale allo sport Francesco Mignani.
Al tavolo erano presenti anche Gian Carlo Ceruti, autore del libro “Il ciclismo dalla Sicilia alla Toscana, antropologia di una migrazione”.
Il testo del volume è frutto di una ricerca effettuata in Sicilia e in Toscana tra il 2008 e il 2009 da parte di Ceruti, già presidente della F.C.I. per due mandati. A partire dagli anni settanta-ottanta giovani di 13/14 anni insieme alle loro famiglie hanno lasciato la Sicilia per giungere in Toscana: terra di prosperità economica e di campioni di ciclismo. Alcuni di quei ragazzi (e tra loro Giovanni Visconti e Vincenzo Nibali) hanno realizzato il sogno: due dei pochi fortunati che sono stati ospitati nelle famiglie dei tecnici e dei dirigenti delle società ciclistiche italiane.
Presenti all'iniziativa anche Luciano Onofri e Fabio Versiglioni di Futura Eventi, organizzatori di “Passione Bicicletta”, nonché appassionati di ciclismo e molti atleti, comprese le rappresentanze di due squadre di giovanissimi ciclisti: U.C. Petrignano e Lu Ciclone di Foligno.








Questo è un articolo pubblicato il 12-06-2013 alle 03:36 sul giornale del 12 giugno 2013 - 1643 letture

In questo articolo si parla di sport, Raffaele Aristei, salvatore puccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/N9T