L'abbraccio del Papa ai duemila pellegrini della diocesi

Papa Francesco, Jorge Mario Bergoglio 1' di lettura 13/06/2013 - Ha avuto termine alle 13 di ieri l’udienza che Papa Francesco, tra gli altri, ha concesso alla diocesi di Assisi, Nocera Umbra e Gualdo Tadino, che ha partecipato al folto pellegrinaggio in Vaticano con 48 autobus (di cui 7 dalla sola Assisi), per un totale di circa 2500 pellegrini da tutte le zone della diocesi, guidati dal vescovo Domenico Sorrentino.

L’istituto Serafico ha avuto un posto speciale: in prima fila, in un’area riservata ai ragazzi disabili. Al termine dell’udienza Papa Francesco si è avvicinato ai ragazzi del Serafico, ha abbracciato lungamente Fabio, ha fatto una carezza al viso emozionato di Antonio mentre gli porgeva la sua felpa bianca in regalo, che il Santo Padre ha accettato con dolcezza indescrivibile.
La Presidente Francesca Di Maolo, ha fatto il baciamano ufficiale e dopo un brevissimo colloquio ha donato al Papa una casa in ceramica realizzata dai ragazzi e gli ha consegnato una lettera che lo invita ufficialmente in Istituto il prossimo 4 ottobre in occasione della sua visita ad Assisi.
Per il Serafico, una giornata di sole speciale.
“Papa Francesco, con i suoi gesti simbolici di grande spiritualità e umanità, sta ridando concreta speranza a tutti noi”, ha commentato il sindaco Claudio Ricci, che ha partecipato al pellegrinaggio insieme ai sindaci della diocesi che hanno salutato il Papa con il baciamano. Ricci ha voluto ringraziare il Santo Padre “per la la spirituale vicinanza a San Francesco d'Assisi e alla città in attesa di accoglierlo ad Assisi il prossimo 4 ottobre”.






Questo è un articolo pubblicato il 13-06-2013 alle 03:17 sul giornale del 13 giugno 2013 - 818 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Ob7