Dalla cima della torre civica spunta una pianta di fico

Pianta di fico su torre civica di Assisi 1' di lettura 15/06/2013 - “Va bene che si accusa l’amministrazione comunale di cementificare tutto il territorio, ma voler rimediare facendo crescere i giardini pensili sulla piazza del Comune mi sembra esagerato”. E' con queste parole che alcuni cittadini segnalano, dalle pagine del Corriere dell'Umbria, la curiosa presenza di una pianta di fico che cresce sulla torre civica della città serafica.

Pare che la pianta, la quale cresce indisturbata da diversi anni, si sia ormai radicata saldamente alla cima della torre, sviluppando un grande tronco e radici che si stanno insinuando tra le pietre. Dettaglio che alimenta non pochi timori sull'incolumità di coloro che transitano sotto il monumento, nella malaugurata circostanza che la forza delle radici possa compromettere la solidità dei merli che potrebbero rompersi.
Pare, inoltre, che la stessa pianta cresca anche sul campanile dell'ex chiesa di Sant'Antonio.
Pronta la risposta del sindaco Claudio Ricci, il quale assicura che “sono in corso di attivazione gli interventi sulla torre di piazza del Comune per togliere erbe e arbusti, che necessitano di essere rimossi ai fini della tutela del bene culturale e della qualità visivo architettonica. Per questo, di raccordo con l'assessore Lucio Cannelli, gli uffici servizi operativi del Comune di Assisi stanno chiedendo un intervento dei Vigili del Fuoco con personale specializzato e dotato di mezzi e tecnologie opportune. In attesa di un raccordo sui tempi e modi della bonifica ambientale della torre - conclude il primo cittadino - l'amministrazione ringrazia tutti i Vigili del Fuoco per la sempre grande attenzione e collaborazione svolta al servizio dei cittadini del territorio”.

Fonte e fotografie:
Corriere dell'Umbria









Questo è un articolo pubblicato il 15-06-2013 alle 03:20 sul giornale del 15 giugno 2013 - 2077 letture

In questo articolo si parla di attualità, Raffaele Aristei

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Oig