Ad Assisi nasce Per l'Italia Popolare, Freddii: ''Politica più vicina ai cittadini''

Rino Freddii 1' di lettura 09/07/2013 - Una cosa sicuramente è emersa dalle recenti consultazioni politiche ed amministrative: l’insofferenza di sempre più italiani verso la classe politica in generale ed in particolare verso gli arroganti e gli irresponsabili che con le loro scelte incidono profondamente sulla vita degli altri.

Infatti il responso delle urne è stato chiaro: non più partiti giustizialisti, terzo polo inesistente, un gran numero di voti di protesta e sopra ogni cosa spicca la preoccupante rinuncia della metà dei cittadini a scegliere i propri rappresentanti.
Di fronte a questo quadro credo che tutti i moderati, e non solo, debbano fare un passo avanti, lasciando da parte contrasti e divisioni del passato, rinunciando se necessario anche ad un po’ della loro storia e dei loro ideali, cercando e trovando quella sintesi che evidenzi le tante convergenze sui temi ora più che mai vitali per la nostra società: famiglia, lavoro, etica, solidarietà, salute, scuola, sicurezza…
Per realizzare ciò, con il Sindaco Ricci ed alcuni amici, abbiamo pensato di iniziare un viaggio insieme partendo da diverse realtà e sensibilità, ma con l’intento di raggiungere la medesima meta aggregandoci sotto un nome che rappresentasse in maniera sintetica l’obiettivo da centrare.
È nata così l’associazione “Per l’Italia Popolare”, un laboratorio politico-culturale per preparare gli amministratori di domani, sviluppare idee, individuare proposte e soluzioni.
Un laboratorio disponibile a collaborare con tutte quelle forze politiche che intendono affrontare le questioni sul tappeto condividendo con noi un principio imprescindibile, e cioè che sia sempre più il contribuente, cittadino o impresa che sia, a decidere per il proprio futuro.


da Rino Freddii
Gruppo consiliare Popolo della Libertà





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-07-2013 alle 02:57 sul giornale del 09 luglio 2013 - 1722 letture

In questo articolo si parla di politica, rino freddii

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/PdL