Bastia Umbra: Pd, ''Stangata Tares? Un regalo del sindaco Ansideri''

Soldi generico 3' di lettura 09/07/2013 - Che bel regalo Sindaco Ansideri! Nei giorni scorsi quasi tutti i capifamiglia e i titolari delle imprese locali hanno ricevuto la comunicazione da parte degli uffici comunali con allegati i modelli per il pagamento della Tares.

La nota di per se stessa fornisce tutte le informazioni tecniche, burocratiche dovute; ma la cosa rilevante, come dichiarato dal Sindaco tramite comunicato stampa è che vi è un aggravio medio di oltre il 40% rispetto alla vecchia tassa dei rifiuti solidi urbani.
È vero carissimo sindaco che con la nuova tassa si deve recuperare l’intera cifra che il Comune spende per la raccolta e il trasporto dei rifiuti urbani; e a questo ci si deve attenere. È altrettanto vero che la Regione dell’Umbria con proprie disposizioni ha stabilito alcuni anni fa gli obiettivi minimi di raccolta differenziata. Da qui le faremmo alcune domande. Ma Lei e la sua Giunta sicuramente sapranno di dover recuperare il 100% della spesa; ma non si ha la sola arma dell’aumento delle tariffe: si ha a disposizione la scelta di razionalizzare il servizio e di spendere meno! Anzi era quello che noi avevamo pensato quando si è introdotta la raccolta differenziata casa per casa con i bidoni messi a disposizione delle civili abitazioni e dei condomini. A suo tempo si chiedeva collaborazione al privato per favorire la minor spesa.
Quindi caro Sindaco le sue argomentazioni fanno acqua da tutte le parti! Questo momento socio economico molto difficile per tutti e per alcuni al limite della possibilità economica, il modo di governare suo e della sua Giunta appare assolutamente fuori luogo e fuori dal tempo.
Tutto ciò avviene mentre leggiamo con un certo interesse il programma di Bastia Estate 2013 in cui notiamo subito di un’impegno organizzativo e di qualità rispetto agli ultimi anni molto marcato. E crediamo con impegno di spesa notevolmente superiore: in noi sorgono alcune domande. Era proprio opportuno fare ciò in questo momento? Si continua a dire al corpo insegnante dell’asilo nido che non ci sono risorse per piccoli interventi di dotazione di materiale ludico e quant altro. Però si cofinanzia il concerto dei Pooh! O il balletto in Piazza! Ora non si capisce: gli altri anni quando la gestione era appannaggio dell’ex Assessore Aristei, si spendeva sul bilancio della cultura massimo 20.000 euro l’anno; e oggi che cosa è successo? Sono cambiati gli equilibri all’interno della Giunta?
Caro Sindaco le ricordiamo per l’ennesima volta che in momenti di crisi bisogna gestire la cosa pubblica con oculatezza e parsimonia! Ma Sindaco! si è reso conto delle cifre che debbono pagare i cittadini per il servizio di nettezza urbana? Le ha voste le informative mandate ai cittadini dove mediamente una civile abitazione paga circa 500€ ovvero un milione delle vecchie lire? E acune aziende private circa 10.000€ ovvero 20.000.000 delle vecchie lire? Qualcuno chiede di provvedere allo smaltimento in forma propria!
E i tanto sbandierati livelli record di raccolta differenziata sono tardivi e dovevano in parte alleviare le spese dei cittadini per lo smaltimento dei rifiuti. Quindi come vede signor Sindaco non c'è niente di che compiacersi!


dal Partito Democratico
Sezione di Bastia Umbra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-07-2013 alle 02:44 sul giornale del 09 luglio 2013 - 1497 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, pd bastia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/PdJ