Cst a fianco della Regione per rilanciare il turismo umbro

Cst Assisi - Centro studi superiori sul turismo 2' di lettura 22/07/2013 - Il Presidente del Centro Studi Dottor Tardioli Luigi e consigliere comunale di Assisi ha di recente partecipato al tavolo del Comitato di Coordinamento della Promozione Turistica Regionale.

Il CAL del turismo si riunisce per fissare organizzazione e strategie, il Consigliere comunale e Presidente del CST Tardioli Luigi parteciperà come membro permanente della commissione portando il know-how del CST di Assisi
Grande considerazione ed apprezzamento per la linea dettata dalla Presidente della Regione Umbria Dottoressa Catiuscia Marini e dall’Assessore al Turismo Fabrizio Bracco in sintonia con il Presidente del CAL Dottor Leopoldo Di Girolamo nella costruzione e nella gestione di un tavolo integrato ed univoco del turismo regionale umbro, che ha come obiettivo quello di creare e costruire programmi condivisi in tutte le realtà territoriali della regione con lo scopo di lanciare e valorizzare il prodotto Umbria. Il Centro Studi sul turismo ed il Comune di Assisi sono rappresentati al tavolo grazie all’opera svolta dall’Assessore Moreno Massucci e dal Sindaco Claudio Ricci che da tempo hanno caldeggiato l’iniziativa già dai primi passi. Il Presidente Tardioli Luigi nominato nel CAL con delibera della Presidente Marini, conferma la sua presenza e forte del lavoro svolto da coloro che vengono reputati gli “Esperti del Turismo” in Umbria ed in Italia il Prof. Nello Oderisio Fiorucci e il Prof. Paolo Desinano dipendenti del Centro Studi, ha già proposto alcune iniziative per il territorio Umbro in linea con quanto già delineato dagli uffici regionali del turismo magnificamente gestiti dalla Dottoressa Antonella Tiranti e dal Dottor Ciro Becchetti.

Tardioli dichiara: “Ringrazio pubblicamente la Presidente Catiuscia Marini e il Dottor Leopoldo Di Girolamo per la nomina, il comitato di coordinamento è una struttura eccezionale perché consente a tutti i territori di beneficiare di un programma integrato, tramite un modo nuovo di vendere il prodotto Umbria nella sua integrità, al tavolo infatti sono rappresentati gli enti pubblici e gli enti datoriali al fine di condividere le scelte strategiche della Regione e per la Regione, senza prevalicare i territori ma anzi a supporto degli stessi con iniziative mercato di ampio ed alto respiro. Vorrei ricordare come l’ultima in ordine di tempo con gli operatori Brasiliani abbia portato una visione strategica di insieme di come poter vendere l’Umbria in linea con le altre regioni italiane.


da Luigi Tardioli
Presidente CST Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-07-2013 alle 03:04 sul giornale del 22 luglio 2013 - 609 letture

In questo articolo si parla di attualità, luigi tardioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/PIq