Nomine Assisi Gestione Servizi, Pettirossi: ''Il centrodestra politicizza la vita pubblica''

Simone Pettirossi 2' di lettura 24/07/2013 - Il centrodestra assisano politicizza ogni aspetto della vita pubblica in modo sempre più "sfacciato". Siamo in un periodo in cui i cittadini chiedono alla politica la massima trasparenza e imparzialità. C'è bisogno di un cambiamento vero, nei comportamenti, nelle scelte, nelle decisioni di chi amministra la cosa pubblica.

Ognuno di noi, perciò, nei diversi ruoli di maggioranza e di opposizione, ha il dovere di rendere conto di ciò che fa ai cittadini, tanti dei quali sono in gravi difficoltà, in cassa integrazione o in cerca di lavoro.
Tanti elettori sono stufi, giustamente, di commistioni tra politica ed economia, di potenziali conflitti di interesse tra pubblico e privato.
Ad Assisi, però, il centrodestra, con totale noncuranza di quanto sta avvenendo a livello sociale ed economico, sta "politicizzando" ogni aspetto della vita pubblica in perfetto stile "Prima Repubblica".
L'ultimo caso e' legato alle nomine dei vertici della Assisi Gestioni srl.
Al di là dei curriculum professionali, appare certamente "inopportuno" che venga nominato come "consigliere delegato" di una società partecipata comunale il coordinatore in carica del PDL di Assisi (a quanto ci risulta non si è ancora dimesso dall'incarico politico ricoperto...)!
Un atto del genere segna una netta "politicizzazione" dell'Assisi Gestioni srl, molto preoccupante.
È tanto più preoccupante la questione, se si pensa che, a breve, verrà rinnovato anche il Consiglio di amministrazione dell'Andrea Rossi, che speriamo sarà fatto con logiche diverse da quella dell'Assisi gestioni e "cum grano salis", visti i numerosi interessi che gestisce e anche le tante vicende che in questi anni hanno creato molti malumori: in primo luogo quella dell'Hotel Subasio, chiuso per anni, con pesanti costi economici; in secondo luogo, quella di un concorso e di una mobilità che hanno visto come protagonisti persone vicinissime ad amministratori comunali in carica della maggioranza.
Fino a prova contraria, ovviamente, ognuno di noi è chiamato a presumere la correttezza di ogni atto o procedura, ma è evidente che, politicamente, va sottolineata con forza la necessità di porre un freno a situazioni che creano inevitabilmente sconcerto e chiacchiere tra i cittadini.
Servirebbe un cambio di passo e una maggiore attenzione nell'evitare i potenziali conflitti di interesse. Difficilmente, purtroppo, ci si può aspettare una cosa del genere dall'attuale classe politica del centrodestra assisano.


da Simone Pettirossi
Capogruppo consiliare Pd Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-07-2013 alle 03:24 sul giornale del 24 luglio 2013 - 1860 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, simone pettirossi, pd assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/PO1