Disastro ferroviario a Santiago De Compostela, il cordoglio di Claudia Travicelli

Claudia Travicelli 2' di lettura 26/07/2013 - In questo momento di dolore voglio stringermi, con vicinanza e grande solidarietà, all'amica città di Santiago de Compostela, ai suoi abitanti e all’intera nazione spagnola. Ho appreso incredula, con dolore il pesantissimo bilancio di vittime e feriti provocato dall'incidente ferroviario occorso nella serata di mercoledì 24 Luglio.

Anche e soprattutto in questi momenti, per noi è inevitabile ricordare il nostro profondo legame con la città e con i residenti di Santiago de Compostela. L’amicizia che unisce le nostre due città, formalizzata ufficialmente con il gemellaggio nell’anno 2007. Nel mese di Luglio 2007, vi fu la visita del Sindaco Claudio Ricci e di alcuni amministratori a Santiago de Compostela, incontro che poi diede seguito alla gradita visita degli amministratori galiziani accompagnati dal Sindaco D. José Sánchez Bugallo. Negli incontri, tra gli amministratori di Assisi presenti in Santiago de Compostela e ad Assisi, con onore e un pizzico di emozione vi ero anch’ io. Da subito, con la città, con i cittadini e con gli amministratori si è respirata un’ aria di grande speranza, sarà indimenticabile per me questo gemellaggio nato sotto l’auspicio dei Santi protettori di Spagna e d’Italia, proprio nel giorno delle loro festività maggiori. Ad entrambe le solenni cerimonie è stato presente con noi il Rettore della Confraternita di San Jacopo di Compostela Prof. Paolo Caucci von Saucken, a cui rinnovo i miei ringraziamenti. Il legame tra le due città è antico, come lo confermano anche numerosi documenti, mi piace però ricordare ciò che dà senso e valore al rapporto tra le due città è il pellegrinaggio a Santiago di San Francesco, attestato esplicitamente nel quarto capitolo dei Fioretti (". . . Francesco per sua devozione andò a Santo Jacopo di Galizia. . . " ) avvenuto, con ogni probabilità, in occasione del viaggio del Santo in Spagna. Con queste parole, con questi ricordi voglio essere vicina a tutte le famiglie di coloro che hanno perso i propri cari in questo disastro, vicina ai tanti feriti e stretta nel dolore dell’attuale Sindaco Angel Curras e degli amministratori locali, che proprio nel giorno dell’avvio dei festeggiamenti, (naturalmente tutti annullati) per la ricorrenza di San Giacomo, patrono di Spagna e della Galizia ricordano questa triste notte e per sempre ricorderanno questo tragico bilancio di vittime.


da Claudia Travicelli
Presidente III commissione consiliare




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-07-2013 alle 01:50 sul giornale del 26 luglio 2013 - 726 letture

In questo articolo si parla di attualità, claudia travicelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/PVy