Bilancio, Ricci: ''Abbiamo fatto di tutto per contenere le tasse''

soldi 1' di lettura 03/08/2013 - 7 Milioni di Euro in meno, dal 2005 ad oggi, di Risorse dallo Stato al Comune di Assisi, in particolare negli ultimi due anni. La spesa corrente del Comune di Assisi è stata ridotta, risparmiando, del 10% "in media" (ma sulle poste variabili, cioè dove si può agire, i valori superano il 50%).

L'addizionale IRPEF è stata posta a zero (come si può vere in busta paga), unico Comune in Umbria. La Tassa di Soggiorno non è stata applicata e le tariffe sociali sono rimaste immutate come mense e trasporti scolastici.
L'IMU sulla casa e la TARES sui rifiuti sono tasse "imposte dal Governo" (come citato, ogni giorno, dai mezzi di comunicazione) e il Comune di Assisi ha cercato, per quanto possibile, di abbassare i parametri IMU sulla prima casa e fissate al minimo quelli della TARES (cercando, comunque, di mantenere i conti in ordine e senza debiti).
Certamente le tasse pesano molto, su famiglie e imprese, ma il Comune, per quanto di competenza (citano il Sindaco Claudio Ricci e l'Assessore al Bilancio Moreno Massucci), ha cercato di contenere il più possibile la pressione fiscale (Foto, lo schema che, insieme ai manifesti, sarà distribuito in 11.000 copie e inviato a tutte le famiglie entro il mese di agosto).


da Claudio Ricci
Sindaco del Comune di Assisi







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-08-2013 alle 02:25 sul giornale del 03 agosto 2013 - 697 letture

In questo articolo si parla di economia, claudio ricci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/QgK