Bastia Umbra: domenica tutti in corsa, è tempo di Invernalissima

Invernalissima 2011 3' di lettura 10/12/2013 - Torna puntuale anche quest’anno l’immancabile appuntamento con L’Invernalissima, la tradizionale manifestazione podistica ideata ed organizzata dall’ASPA Bastia. Entrata di diritto tra le eccellenze del panorama podistico nazionale, si appresta a festeggiare la 36^ edizione mantenendo immutato nel tempo il proprio fascino e l’originalità.

Una corsa attraverso i decenni L’idea dell’Invernalissima nasce nel lontano 1978 quando alcuni amici, accomunati dalla stessa passione per il podismo, per cercare di dare una certa continuità all’esercizio fisico anche durante il periodo invernale pensarono ad una gara che cercasse di esaltare il gesto atletico anche in condizioni climatiche non propriamente ottimali: insomma una vera e propria sfida ai rigori invernali. Un’iniziativa che da subito conquistò l’attenzione di tanti podisti attratti da questa insolita competizione.
La maratona n.1 in Umbria Da allora l’Invernalissima ne ha fatta di strada. Nel tempo questa gara ha avuto una naturale quanto regolare evoluzione passando da mero evento circoscritto al territorio locale a manifestazione in grado di attrarre molti atleti anche da tante altre parti d’Italia legittimandola di fatto come la mezza maratona più partecipata dell’Umbria e tra le principali in campo nazionale.
Anche per quest’anno si prospetta un’edizione formidabile: le iscrizioni stanno procedendo a gonfie vele e con gli oltre 1.700 iscritti alla gara competitiva è già stato migliorato il record di presenze stabilito la scorsa edizione.
Un percorso suggestivo Tra i punti di forza della manifestazione da citare soprattutto il percorso. Pianeggiante e veloce, è inserito in un contesto architettonico e paesaggistico estremamente suggestivo; attraversa Bastia Umbra, Santa Maria degli Angeli, Rivotorto e per lunghi tratti la strada che costeggia le pendici di Assisi. Certamente saprà regalare lungo i suoi 21,097 km. forti emozioni, in particolar modo ai tanti podisti provenienti da fuori regione.
Percorso non competitivo L’Invernalissima però non è solo competizione, ma rappresenta anche una bella occasione per chi ama passeggiare in compagnia o per chi si dedica al jogging. E’ stato predisposto allo scopo un percorso cittadino di circa 5,200 km. non competitivo e aperto a tutti. Permetterà a tante persone di ritrovarsi e condividere una mattinata all'insegna dello sport e dell'allegria evitando cronometri e classifiche.
Sport e turismo Oggi attorno all’Invernalissima ruotano molteplici punti di interesse generati proprio dalla grande partecipazione. Non solo sport quindi, ma promozione, turismo, solidarietà, rappresentano aspetti contestuali molto significativi per questa manifestazione improntata oggi più che mai a voler coniugare proprio i sani valori dello sport con il turismo ambientale e culturale del nostro territorio creando valore aggiunto anche per gli operatori locali dei vari settori economici, dal commercio alla ristorazione fino all’artigianato locale.
Sport e solidarietà Come già accaduto nelle ultime edizioni, l’ASPA Bastia attraverso l’Invernalissima, devolverà una quota dell’iscrizione per un atto di solidarietà. Quest’anno è stato deciso di sostenere l’ANGSA, l’Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici dell’Umbria.
Per tutti quanti vorranno vivere l’Invernalissima da protagonisti, l’appuntamento è per la mattina del 15 dicembre 2013 presso il Centro Umbriafiere di Bastia Umbra.
Per maggiori informazioni: www.invernalissima.it.


da Aspa Bastia Umbra
Associazione sportiva dilettantistica podisti





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-12-2013 alle 01:39 sul giornale del 10 dicembre 2013 - 1349 letture

In questo articolo si parla di sport, bastia umbra, invernalissima, aspa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/VMe