Bastia Umbra: un milione di euro contro il rischio di esondazione del Chiascio

Lavori Fiume Chiascio 2' di lettura 25/03/2014 - È stata messa in sicurezza dai rischi di esondazioni la zona industriale di Bastia Umbra, una delle più importanti del territorio regionale, nella quale è ricompreso il Centro espositivo “Umbria Fiere”.

Ieri mattina i rappresentanti dell’assessorato regionale all’Ambiente, dell’assessorato provinciale alla Difesa e gestione idraulica e del Comune di Bastia Umbra hanno compiuto un sopralluogo nell’area dove sono state realizzate le opere per la sistemazione idraulica del fiume Chiascio, finanziate dalla Regione Umbria per un importo di circa 1 milione e 300mila euro.
L’intervento rientra nell’ambito dell’accordo di Programma Quadro in materia di difesa del suolo sottoscritto tra Regione Umbria e Ministero dell’Ambiente. Finalizzato alla salvaguardia del territorio, l’Accordo mette a disposizione 48 milioni di euro – cofinanziati in parti uguali da Regione e Ministero – con cui intervenire per prevenire i rischi idrogeologici e idraulici. Risorse, sottolineano i rappresentanti regionali, che hanno consentito e consentono di affrontare le criticità prioritarie, quali il rischio di esondabilità nella zona industriale bastiola.
I lavori, eseguiti dalla Provincia di Perugia, hanno consentito di ridurre significativamente il rischio idraulico nelle aree alla sinistra idrografica del fiume, classificate a rischio elevato nel Piano di assetto idrogeologico. Sono state realizzate nuove arginature parte in terra e parte con una paratia in legno sostenuta da sostegni metallici, dimensionate per eventi calcolati con un tempo di ritorno pari a 200 anni; sono stati effettuati la manutenzione della vegetazione delle sponde e interventi di mitigazione ambientale con il reimpianto di essenze arboree.
Nel bacino del fiume Chiascio, nel tratto ricompreso nel territorio di Bastia Umbra e Comuni limitrofi, sono state inoltre investite risorse per un importo complessivo di circa un milione e 300mila euro che hanno consentito di intervenire per problemi di erosione spondale e la sistemazione di danni alluvionali.
“Un ringraziamento ai tecnici e alla loro professionalità – è stato detto dall’assessorato alla Viabilità della Provincia di Perugia – che con la loro opera sicuramente mitiga il rischio idraulico, che specialmente negli ultimi tempi aveva creato dei disagi e danni per le popolazioni. Sono soldi dello Stato ben spesi e ci auguriamo di garantire la sicurezza dei cittadini e dei territori”. Apprezzamenti per le opere sono venuti da parte del Comune di Bastia, soprattutto “per aver messo in sicurezza la zona industriale”.
Nelle foto:
gli interventi effettuati







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-03-2014 alle 01:15 sul giornale del 25 marzo 2014 - 897 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, zona industriale, regione umbria, bastia umbra, provincia di perugia, fiume chiascio, rischio idrogeologico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/1qg