Bastia Umbra: l'istituto comprensivo insegna la tolleranza

Giornata della memoria 1' di lettura 04/06/2014 - L'Istituto Comprensivo Bastia 1 ha accolto nei giorni scorsi Ugo Foà, testimone della violenza e della crudeltà perpetrate durante il periodo fascista contro gli Ebrei.

L'incontro, dal titolo "Le leggi razziali del '38", si è svolto a conclusione del progetto "Religioni a confronto", organizzato dalla prof.ssa Fernanda Allegrini, in cui gli alunni delle classi terze della secondaria di primo grado, incontrano rappresentanti di varie religioni: Buddhista, Islamica, Cristiana ed Ebraica.
La Dirigente Paola Lungarotti e Pippo Di Vita, esperto di storia della Shoah, hanno introdotto la conferenza. Foà, che è nato a Napoli ma che attualmente vive a Roma, ha raccontato la sua dolorosa esperienza vissuta nella città partenopea, di discriminazione, prepotenza e sopraffazione. Ha spiegato come tali leggi razziali hanno ferito la sua dignità di bambino, che allora aveva solo 10 anni. Gli alunni hanno chiuso l'incontro con una commovente recitazione corale della poesia di Primo Levi "Se questo è un uomo".

dall’Istituto comprensivo Bastia 1
Dirigenza scolastica





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2014 alle 03:34 sul giornale del 04 giugno 2014 - 372 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, giornata della memoria, bastia umbra, istituto comprensivo bastia 1

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/5e0