Crescono le vacanze in agriturismo: Assisi e Perugia fanno da traino

casa del vento agriturismo ad assisi 2' di lettura 01/08/2014 - La crisi non ferma la vacanza in agriturismo. E’ quanto emerge da una prima analisi dell’Osservatorio dell’agriturismo di AgrieTour, il Salone nazionale dell’agriturismo e dell’agricoltura multifunzionale (in programma ad Arezzo Fiere dal 14 al 16 novembre 2014), sulle tendenze alle prenotazioni in Italia per questa estate.

Il numero degli agrituristi, ma anche di cosiddetti 'turisti ecologici', secondo le prime stime, dovrebbe far segnare un +4% rispetto allo scorso anno, periodo nel quale già si era avuta una lieve crescita sulle presenze.
Tra le mete più gettonate, restano quelle più vicine alle città d’arte, quindi quelle tradizionali della Toscana, dell’Umbria, delle Marche, del Veneto. In particolare, la preferenza degli agrituristi andrà verso le province toscane legate al mare (quella di Grosseto con la zona dell’Argentario), ma anche Siena (zona Chianti) e Livorno (fascia costiera). Ancora mare con le masserie in Puglia, il Salento e il Gargano in particolare.
Quanto alle città d’arte, buona l’affluenza prevista in Umbria nella provincia di Perugia (zona Perugia-Assisi).
Nella top ten delle preferenze, in evidenza anche la Valle d’Aosta, e il Lago di Garda (con prevalenza del versante di Verona e su quello di Brescia). In crescita la richiesta di Sicilia e Lombardia, due regioni che negli ultimi anni hanno puntato molto sullo sviluppo dell’offerta agrituristica.
In Italia, a oggi, sono presenti oltre 20 mila agriturismo per un fatturato annuo che supera il miliardo di euro. Il 45,1% di questi si trova nel Nord del Paese, il 34,4% nel Centro e il restante 20,5% nel Mezzogiorno. In particolare, nelle regioni settentrionali e nel Mezzogiorno si concentra la percentuale più alta delle aziende con ristorazione (rispettivamente il 44,8% e il 32,1% del totale), mentre nell’Italia centrale è presente il 59,1% degli agriturismi con degustazione.
La Toscana resta la regione leader del settore con 4.074 aziende agrituristiche, seguita dal Trentino Alto-Adige con i suoi 3.229 agriturismo e dal Veneto (1.222), quarto posto per la Lombardia (1.132 aziende) e quinto per l'Umbria (1.052). Molto buone anche le cifre del Sud: la Calabria conta 466 strutture e la Sicilia 457. (Adnkronos)





Questo è un articolo pubblicato il 01-08-2014 alle 13:09 sul giornale del 02 agosto 2014 - 598 letture

In questo articolo si parla di economia, turismo, redazione, vacanze, assisi, agriturismo, verde, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/74b