Raccolta differenziata: Assisi penultima in Umbria

Cassonetti artistici 1' di lettura 26/08/2014 - “Alla faccia del buon governo, Assisi è penultima in Umbria nella raccolta differenziata”. E’ quanto si legge sul blog di Buongiorno Assisi “Squillan le trombe”.

“Peggio di noi solo Amelia: Assisi al 35% mentre realtà virtuose come Umbertide sono al 72% e la vicinissima Bastia Umbra al 63%. Si tratta di dati riferiti al 2013.
Contrariamente a quanto accade in tutto il resto della regione, il nostro comune ha aumentato la produzione di rifiuti urbani. Questo significa che non sono state attuate politiche di sensibilizzazione presso i cittadini o presso le attività commerciali, per favorire il riuso o semplicemente per incentivare la vendita di prodotti sfusi: detersivi, saponi, ma anche acqua, vino etc...
In altri comuni dell'Umbria e dell'Italia questo tipo di prodotti vengono venduti anche grazie a precisi accordi con le amministrazioni comunali.
Con il suo triste 35% e una qualità media del servizio abbastanza scadente, Assisi è lontana anche dalla media dell'Umbria che ha raggiunto il 48,5%.
Sicuramente si deve fare di più anche a livello regionale, ma intanto il nostro dato sulla differenziata è abbastanza vergognoso. D'altronde la città di San Francesco, patrono dell'ecologia, è nelle ultime posizioni in Italia anche nell'uso di energia rinnovabile. Ma in compenso avevamo i cassonetti artistici... (nella foto)”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-08-2014 alle 15:02 sul giornale del 27 agosto 2014 - 722 letture

In questo articolo si parla di rifiuti, raccolta differenziata, politica, assisi, buongiorno assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/8VT