Tasse, Cianetti: ''Basta aumenti, meglio la tassa di soggiorno''

Albergo 01/10/2014 - Il candidato presidente della regione Umbria, Claudio Ricci, continua ad aumentare le tasse. Il consiglio comunale di Assisi ha dovuto provvedere ad un assestamento di bilancio clamoroso, nell'ordine complessivo di circa 600 mila euro.

Rispetto alle previsioni di 5 mesi fa aumenta la Tasi di 500 mila euro ed è fra le più alte in Umbria per quanto riguarda gli affitti. Diminuiscono le spese sociali, cioè quelle per le persone bisognose, a cominciare dagli anziani.
Aumentano le tasse per gli autobus turistici, e cioè imposte che vanno a colpire soltanto il turismo organizzato, cioè quello più povero.
Cosa era possibile fare? E' possibile tenere la Tasi più bassa, non aumentare i ticket e invece prevedere una piccola tassa di soggiorno, modulata a seconda delle categorie di hotel.
Per esempio 1 euro a notte per gli hotel fino a 3 stelle, 1,50 per quelli a 4 e 5 stelle. Si otterrebbe un introito superiore ai 600 mila euro che non sarebbe a carico dei residenti ma verrebbe ripartito fra tutti i turisti, con un carico maggiore per quelli più benestanti.
Poi è chiaro che ci sarebbero molti risparmi da fare: per esmpio si smetta con cause e ricorsi e controricorsi inutili, che costano alle casse del comune decine di migliaia di euro, si smetta con finanziamenti a pioggia a iniziative che non hanno alcun valore pubblico.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-10-2014 alle 11:16 sul giornale del 03 ottobre 2014 - 432 letture

In questo articolo si parla di economia, tasse, assisi, carlo cianetti, imposte, tassa di soggiorno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/0qy