Registro coppie gay, Ricci è con Alfano: ''Il matrimonio è solo per la famiglia naturale''

Claudio Ricci 1' di lettura 09/10/2014 - Il sindaco di Assisi Claudio Ricci, in relazione alla registrazione in Comune delle coppie gay, sottolinea che la posizione normativa preclusiva del Ministro degli Interni Angelino Alfano è semplicemente coerente con la costituzione, il codice civile e l'attuale quadro normativo.

Infatti chi si candida a sindaco, e poi viene eletto, giura sulla bandiera italiana e sulla costituzione e quando celebra un matrimonio civile deve, obbligatoriamente, leggere tre articoli del codice civile che sottolineano i valori della famiglia tradizionalmente costituita da uomo, donna è doveri verso i figli, inclusa la coabitazione.
Pur rispettando tutte le opinioni, da ritenersi sacre, e avendo cura di garantire a tutti i diritti e i servizi, il nostro ordinamento giuridico consente, ad oggi, solo l'istituto del matrimonio civile legato alla famiglia naturale.
Recentemente il Consiglio Comunale di Assisi, su proposta del consigliere Luigi Marini, ha approvato una mozione sulla tutela della famiglia naturalmente costituita che, pur nel rispetto di tutte le proposizioni, ci appare un valore fondante antropologico della nostra identità culturale.

da Claudio Ricci
Sindaco del Comune di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-10-2014 alle 03:28 sul giornale del 09 ottobre 2014 - 1780 letture

In questo articolo si parla di attualità, omosessualità, assisi, claudio ricci, registro coppie di fatto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/0N0


susanna vissani

09 ottobre, 16:10
Rappresentate benissimo la pochezza mentale di questo paese! Bravi è proprio così che ci concederanno il titolo di capitale europea per la cultura, tanto i soldi che spendete non sono vostri!
Siete una vergogna