A Palazzo di Assisi due giorni dedicati ai radioamatori

Radio, radioamatori 25/10/2014 - Si terrà oggi e domani, sabato 25 e domenica 25 ottobre, la prima mostra delle attività radioamatoriali a cura della Pro loco di Palazzo di Assisi.

Intento degli organizzatori, coordinati da IW0QIT, Lauro Granata, è quello di illustrare alla cittadinanza la pluralità delle attività legate al “radiantismo” (una passione per la radio e sue applicazioni tecniche sperimentali), offrendo, per la prima volta, anche una panoramica estesa a tutte le realtà associative del settore radioamatoriale della nostra Provincia.
A partire da sabato mattina, nei locali del CVA messi a disposizione dall'associazione culturale Palatium, saranno allestiti degli stands dimostrativi con apparecchiature varie, sia da parte di singoli radioamatori sia a cura di alcune associazioni del territorio appositamente coinvolte nell'iniziativa (A.R.I. Sezione di Perugia, A.R.I. Sezione di Foligno, C.I.S.A.R Sezione di Assisi e dal C.O.T.A. Carabinieri Radioamatori Gruppo Locale Umbria con sede in Bettona).
Sono previste visite di studenti di alcune scuole dell'assisano a partire dalle ore 9:30 per visitare la Mostra Radiantistica e verificare da vicino questo mondo delle radiocomunicazioni amatoriali, che vede coinvolti tanti appassionati Radioamatori nel mondo, anche in questi tempi di Internet e di
applicazioni social globalizzate.
E' bene far conoscere che per essere radioamatore, oltre alla passione, è necessario sostenere un apposito esame ministeriale per ottenere il rilascio di una apposita "Patente di Operatore Radio" in base alle normative mondiali coordinate dalla "I.A.R.U" e dalla "C.E.P.T" nell'Unione Europea. Dopo ciò il Ministero "MiSE" rilascia la "Licenza di Impianto ed Esercizio di Stazione per Radioamatori" con indicato un nominativo che identificherà, univocamente, la stessa stazione radio amatoriale e l'operatore che viene così abilitato al Servizio di Radioamatore.
Una bella definizione internazionale, infatti i Radioamatori, come è noto, fanno parte con le loro associazioni anche del settore del Volontariato di Protezione Civile per contribuire, nei casi di emergenze per calamità, ad sostenere le radiocomunicazioni di emergenza integrandosi sul territorio con le strutture di coordinamento e soccorso Nazionali, Regionali e Comunali a fianco delle Istituzioni.
Nel pomeriggio di Sabato, dalle ore 15:00, si terrà un incontro tra Radioamatori per uno scambio informativo sulle varie esperienze tecniche ed operative. Alle ore 16:30 si terrà una relazione di I0GEJ, Lidio Gentili sul tema: Le nostre attività radioamatoriali a 140 anni dalla nascita di Guglielmo Marconi. Infatti Marconi è nato a Bologna, 25 aprile 1874 e proprio quest'anno 2014 si celebra la nascia del genio che è poi stato definito: "padre della radio". Si può dire che anche la manifestazione di Palazzo un piccolo e ameno borgo della Città Serafica di Assisi intende inserirsi tra le varie celebrazioni nazionali e non solo, ricordando che i radioamtori custodiscono, oltre al ricordo, anche la passione di sperimentatore che distinse Guglielmo Marconi.
Per questo si partirà ricordando che nei giorni 11 e 12 Dicembre del 1901, Marconi e i suoi collaboratori Kemp e Paget realizzarono il primo collegamento radiotelegrafico attraverso l'Atlantico, tra due Stazioni radio sperimentali: una a Poldhu, in Inghilterra (Scozia) e l'altra sulla costa degli Stati Uniti d'America, in una collina vicino alla città di San Giovanni di Terranova.
Si può allora affermare che dopo l'avvento, prima della “telegrafia” poi della “radiotelegrafia”, l'attuale mondo delle comunicazioni con il futuro sempre più digitale parte proprio da lontano!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2014 alle 03:03 sul giornale del 25 ottobre 2014 - 729 letture

In questo articolo si parla di attualità, storia, assisi, palazzo di assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aazr