Istituto Serafico, nuovi spazi per migliorare la vita

Istituto Serafico 27/10/2014 - Si è svolta nella mattinata di sabato, 25 ottobre, la presentazione dei nuovi spazi di vita dell’Istituto Serafico alle Istituzioni e ai donatori che hanno contribuito alla realizzazione del progetto “Spazio alla vita”.

Il progetto, realizzato anche grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, include diversi ambienti tutti con diverse peculiarità: Profumo di casa, dedicato alle famiglie dei ragazzi del Serafico, il Centro Diurno per Bambini e gli ambienti delle vasche terapeutiche.
È stato possibile rendere questi luoghi assolutamente adatti ai bambini e ai ragazzi, con una particolare attenzione sia al funzionale che al bello, nella convinzione che la vita vada vissuta sempre nel migliore dei modi possibile.
“Dal 1871 - ha commentato con orgoglio la presidente dell’istituto, Francesca Di Maolo - il Serafico non si è mai fermato nella ricerca delle soluzioni migliori in tema di accoglienza, riabilitazione e cure. Tutte le innovazioni apportate sino ad oggi hanno avuto sempre un solo scopo per noi: mettere al centro di ogni nostra azione la persona, la presa incarico integrale del bambino e del ragazzo con disabilità”.
Dopo aver ringraziato i tanti donatori anonimi e le aziende sostenitrici presenti in sala, ha poi aggiunto: “Certamente dobbiamo tanto alle Istituzioni tutte, e alla Regione Umbria che ha creduto nel nostro lavoro e che ha consentito alla nostra struttura sanitaria non profit di integrarsi pienamente all’interno della sanità pubblica. Oggi, spero più che mai che l’Istituto possa essere inserito nella rete dei servizi regionali quale struttura di riabilitazione per la disabilità complessa in età evolutiva”.
Presente, fra gli altri, anche la presidente della Regione Catiuscia Marini, che negli indirizzi di saluto ha affermato: “L’importanza di questo centro nasce dalla sua storia e soprattutto dalla capacità di dare oggi risposte di altissima qualità”. Dopo aver ricordato che l’Ente è convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale Marini ha sottolineato che “la Regione e l’Ospedale Bambin Gesù stanno lavorando insieme al Serafico affinché nasca un polo d’eccellenza della Sanità Regionale sull’età evolutiva ad Assisi. Una parte dell’Ospedale di Assisi sarà riqualificata per seguire l’aspetto delle degenze ospedaliere e il Serafico curerà l’aspetto relativo alla riabilitazione per l’età evolutiva. Inoltre - ha proseguito - presto autorizzeremo l’Istituto Serafico all’esercizio di due nuovi servizi, dedicati al socioriabilitativo e alla cura della dislessia. La Regione – ha concluso – intende rinnovare questa collaborazione positiva e sostenibile tra pubblico e non profit indirizzando il suo sostegno anche finanziario al Serafico nell’ambito della ricerca clinica”.
Anche il sindaco di Assisi Claudio Ricci, unitamente al vicesindaco Antonio Lunghi, alla Giunta e al consiglio comunale, hanno manifestato sentimenti di gratitudine sottolineando che “i nuovi spazi, con gli ulteriori servizi, tesi a sviluppare tutte le energie potenziali psicofisiche degli ospiti, ampliano la missione di questa “cattedrale della carità” considerata, per le tecniche innovative di accoglienza adottate, all'avanguardia nel rilievo italiano e internazionale”.
La presentazione si è conclusa con la benedizione del Vescovo di Assisi, Mons. Domenico Sorrentino e con una visita agli spazi, con visite guidate itineranti aperte a tutti durante tutto il pomeriggio.
Terapia, riabilitazione e profumo di casa
Nell’ambito del progetto sono stati realizzati due spazi fondamentali: il Centro Diurno Bambini, progetto di “Innovazione tecnologica e riqualificazione ambientale”, dedicato a un intervento riabilitativo globale, finalizzato al massimo sviluppo delle abilità del bambino nelle varie aree funzionali e il progetto Nuotabile, che ha reso gli ambienti delle piscine terapeutiche, particolarmente idonei alle esigenze dei ragazzi, con spazi di privacy che rispettano il valore e la dignità delle loro vite.
Una risorsa fondamentale nel percorso di riabilitazione del bambino è la famiglia, e il Serafico si è sempre posto come punto di riferimento in ascolto dei genitori, per aiutarli ad affrontare le sfide quotidiane della disabilità; per questo motivo è stato rinnovato e ampliato lo spazio a loro dedicato:
Profumo di casa rievoca i ritmi, le abitudini, i gesti della famiglia; delle relazioni affettive tra genitori e figli, tra fratelli e sorelle.







Questo è un articolo pubblicato il 27-10-2014 alle 03:06 sul giornale del 27 ottobre 2014 - 685 letture

In questo articolo si parla di attualità, sara caponi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aaCJ