Sfida per l'innovazione energetica, Pettirossi: ''Assisi può vincere''

Simone Pettirossi 2' di lettura 27/10/2014 - Il nostro è un comune straordinario che dovrebbe abbandonare qualsiasi atteggiamento autoreferenziale e provinciale, guardando avanti, ponendosi obiettivi ambiziosi e innovativi. Perché non cerchiamo di vincere la Renewable Energy Sources "Champions League", la competizione tra le città europee all'avanguardia nello sviluppo delle energie rinnovabili?

Oggi siamo ancora molto lontani dalla possibilità di tagliare il traguardo, ma con l'adeguata convinzione e determinazione, mettendo insieme creatività, competenza e coraggio, potremmo raggiungere un obiettivo così ambizioso.
Per quanto ci riguarda, non vogliamo rassegnarci all'apatia dell'esistente.
Vogliamo costruire il futuro.
Vogliamo una città più dinamica e "intelligente", una città "smart" in grado di cogliere fino in fondo la sfida dell'innovazione, anche in campo energetico.
Il primo passo, per quanto riguarda l'energia rinnovabile, è quello di realizzare una maggiore efficienza, con il contenimento degli sprechi e la diminuzione dei consumi.
Ma il secondo passo, decisivo, è quello di iniziare a produrre direttamente "energia verde" e sostenibile, ricorrendo a un mix delle tecnologie più avanzate a disposizione: fotovoltaico, eolico, energia geotermica, biodigestione anaerobica.
Le scelte delle modalità produttive, però, dovrebbero essere decise dal basso, per mezzo di processi partecipativi, dando la parola ai cittadini e alle imprese locali, che dovrebbero essere i beneficiari dell'energia prodotta nel territorio.
Le soluzioni a basso impatto ambientale esistono: lampioni alimentati dal sole e dal vento, edifici energeticamente autosufficienti, veicoli (auto, bus, scooter, ecc.) elettrici, piccoli impianti di produzione di energia verde, pensiline fotovoltaiche, ecc.
Tanti investitori privati potrebbero essere interessati ad operare nel nostro territorio e ci sono anche molti strumenti di finanziamento offerti dall'Unione europea.
Il POR FESR 2014-2020 prevede tutta una serie di interventi finanziabili.
Il progetto TRACE supporta le autorità pubbliche per lo sviluppo della strategia energetica EU 2020, promuovendo lo scambio di conoscenze, idee, politiche per la riduzione dei consumi energetici negli edifici.
Il programma ELENA (European Local Energy Assistance) da assistenza tecnica e finanziaria agli enti locali che vogliono sviluppare e realizzare investimenti nel campo dell'energia sostenibile.
Per raggiungere questi obiettivi ci vuole competenza, innovazione, velocità.
Basta rinvii. #CAMBIAmoAssisi

da Simone Pettirossi
Capogruppo consiliare Pd Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-10-2014 alle 03:27 sul giornale del 27 ottobre 2014 - 616 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, simone pettirossi, pd assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aaCP