Rifiuti Raee: le scuole di Assisi in prima linea per la difesa dell'ambiente

1' di lettura 08/11/2014 - Le quarte e le quinte classi di sei scuole primarie del Comune di Assisi hanno partecipato alla presentazione del progetto RAEE@Scuola3, ed è stato un successo. L'obiettivo degli organizzatori (Centro di Coordinamento RAEE nazionale ed A.N.C.I.- Associazione Nazionale Comuni d'Italia) era quello di sensibilizzare i bambini al recupero dei rifiuti elettrici ed elettronici che, troppo spesso, vengono abbandonati e non riciclati in maniera corretta, con conseguenze antieconomiche e pericolose per l'ambiente.

Alla iniziativa, giunta alla terza edizione con il coinvolgimento di oltre 50 comuni e 60.000 bambini, hanno presenziato, presso l'Auditorium di via Toti a Santa Maria degli Angeli, gli Assessori alla Pubblica Istruzione, Serena Morosi, e all'Ambiente, Moreno Fortini, con la Coordinatrice del Progetto, Viviana Solari, e il Delegato A.N.C.I., Filippo Bernocchi.
La sintesi del momento didattico sull'ambiente, che i bambini terranno sicuramente a memoria, è questa: la terra è grande e generosa, ma non è infinita. Questo vincolo fisico rende impossibile perseguire un modello di crescita economica fondato sullo sfruttamento illimitato delle risorse naturali e sul degrado ambientale, costituito da una insensata trattazione dei rifiuti.
Una competizione tra le scuole, una gara a chi differenzierà più Raee ed un concorso fotografico nazionale aperto a tutti gli studenti contribuiranno ad una maggiore sensibilizzazione.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-11-2014 alle 03:42 sul giornale del 08 novembre 2014 - 431 letture

In questo articolo si parla di attualità, assisi, comune di assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abdu