Cannara, firmato il protocollo per Piandarca. Gareggia: ''Prima pietra per proteggere luogo sacro''

3' di lettura 16/01/2015 - Mercoledì 14 gennaio in Cannara presso il Palazzo Landrini Majolica, sede dell’Ordine Francescano Secolare al cui interno è custodito il Sacro Tugurio di San Francesco, è avvenuta la formale sottoscrizione del Protocollo d’Intesa per la ‘Conservazione e Valorizzazione del sito di Piandarca’.

Ad apporre la firma in un luogo fortemente simbolico, il Sindaco di Cannara Fabrizio Gareggia, il Sindaco di Assisi Claudio Ricci, il Vescovo Domenico Sorrentino, il Ministro Regionale dell’Ordine Francescano Secolare Alberto Ridolfi rappresentanti delle istituzioni civili e religiose parti dell’accordo.
Piandarca di Cannara è il luogo in cui le fonti storiche collocano il celebre episodio della Predica agli Uccelli di San Francesco e ove egli ebbe l’intuizione di dar vita ad un Terzo Ordine oggi Ordine Francescano Secolare. Si tratta di un’area incontaminata che da secoli custodisce una rara essenza francescana e che, per la sua particolare conformazione paesaggistica, evoca una spiritualità universale che varca i confini locali rappresentando un patrimonio prezioso della tradizione culturale dell'Umbria, di Assisi, di Cannara ed al tempo stesso appartenente al mondo intero.
Fabrizio Gareggia, ringraziando i numerosi intervenuti ed in particolare il prof. Ottaviano Turrioni che ha dottamente illustrato la vicende storiche e le fonti storiografiche legate a Piandarca e all’istituzione del Terzo Ordine, ha affermato: ‘La sottoscrizione di questo documento, cui aderiscono la città di Assisi, il Comune di Cannara, la Diocesi di Assisi e l’Ordine Francescano Secolare, è il frutto della volontà di collaborazione tra istituzioni civili e religiose per tutelare e valorizzare un luogo che racchiude la nostra identità storica e comunitaria, un immenso patrimonio che appartiene a tutti, ma che finora non ha mai costituito oggetto di attenzione e tutela. Il Protocollo è la prima pietra su cui costruire un progetto che segni la fruibilità del luogo nel rispetto della sua spiritualità’.
Claudio Ricci: ‘Oggi abbiamo compiuto un gesto verso un luogo apparentemente piccolo, ma infinitamente grande per i contenuti che evoca. La valorizzazione di Piandarca deve muovere dalla consapevolezza del valore del luogo che sola può consentire l’innesco di impulsi creativi anche di natura socio-economica’. Alberto Ridolfi: ‘E’ una grande gioia aver raggiunto questo traguardo che rappresenta un punto di arrivo dopo aver dovuto difendere il luogo nel passato e sapere che da oggi si apre una nuova fase’.
Domenico Sorrentino: ‘ Ho subito guardato con grande interesse a questa iniziativa il cui valore aggiunto è il messaggio che veicola. Inoltre, il fatto che ci troviamo nella sede della fraternità cannarese dei Francescani Secolari ci richiama al passaggio di Francesco dall’esperienza eremitica a quella comunitaria fornendoci la lettura francescana del Cristianesimo e la sua visione di umanità intesa come fraternità. La moltitudine di uccelli cui Francesco rivolse la sua Predica è la rappresentazione del Creato che va fruito nella sua bellezza di cui dobbiamo essere responsabilmente custodi. Il mio augurio è che soprattutto i giovani possano visitare e conoscere Piandarca perché la sua bellezza sia ambasciatrice di un messaggio di apertura alla fraternità umana’.
Presente all’evento anche Antonio Baldaccini, amministratore delegato di Umbra Group e figlio dell’amatissimo Valter anch’egli convinto sostenitore della necessità di tutelare quest’area.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-01-2015 alle 03:48 sul giornale del 16 gennaio 2015 - 1013 letture

In questo articolo si parla di attualità, cannara, comune di cannara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ad5q