Società culturale Arnaldo Fortini, bis di conferenze nel weekend

Società culturale Arnaldo Fortini 05/02/2015 - Due sono gli eventi organizzati per il prossimo weekend dalla società culturale Arnaldo Fortini, che sabato 7 e domenica 8 febbraio guiderà due interessanti approfondimenti insieme a due esperti sui temi della guerra e dell’araldica.

Il primo appuntamento è per sabato 7 febbraio, alle ore 17.30, con André De Naeyer, professore emerito dell'Università di Anversa, attualmente un nostro concittadino e da tempo socio insieme alla sua signora. De Naeyer intratterrà soci e cittadinanza, nei locali della Società culturale A. Fortini, in via S. Francesco, sul seguente argomento: "La grande guerra e la conservazione della città di YPRES in Belgio", tema di cui si è occupato professionalmente.
Un'altra occasione per incontrarsi ascoltando una testimonianza diretta di un’azione di recupero, durata decenni, di un centro di notevole importanza architettonica e urbanistica già dal medioevo, tristemente famoso per aver subito la devastazione di ben 4 battaglie durante la 1^ guerra mondiale e, in una di queste, anche l’uso di un gas che da allora dalla città prende il nome “iprite”. L’argomento, come si arguisce, offre anche l’opportunità di mettersi in contatto culturale con gli eventi del conflitto del cui inizio ricorre per l’Italia il centenario.
Domenica 8 febbraio, alle ore 17.30, ad Assisi, presso la sede della Società Culturale Arnaldo Fortini (Palazzo Vallemani, via S. Francesco 12/F), il Generale Massino Iacopi terrà una conferenza di Araldica dal titolo: “Cognomi, sigilli e stemmi: tre aspetti della stessa identità”.
Il Generale Iacopi, laureato in Scienze Strategiche e specializzato in Geopolitica, ha al suo attivo 13 pubblicazioni per lo più a carattere storico-militare e oltre 180 saggi e articoli di stampa su argomenti che spaziano dalla storia in generale a quella assisana, frutto della sua passione per l’Umbria e per la sua città in particolare, pubblicati su periodici a carattere nazionale e locale.
Il cognome, come afferma il relatore, è culturalmente il primo dei segni d’identità, al quale si ricollegano non solo una funzione pratica di designazione, ma anche un valore magico-religioso. Parimenti il sigillo deve identificare pubblicamente il suo possessore, un vero e proprio “diritto d’immagine” ante litteram. Dello stesso significato sociale, ma arricchiti di un forte contenuto simbolico, sono invece gli stemmi, i quali fanno la loro comparsa nel 12° secolo, decretando l’inizio del sistema araldico europeo vero e proprio.
La presente conferenza, che fa séguito a decine di altri incontri i quali hanno sempre riscosso un grande successo di pubblico, conferma ancora una volta la volontà dell’Associazione Culturale Arnaldo Fortini, nata nel 2012, di diffusione culturale sulla via ideale già tracciata dallo storico a cui l’Associazione deve il suo nome.

dalla Società culturale Arnaldo Fortini
Assisi
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-02-2015 alle 01:45 sul giornale del 05 febbraio 2015 - 588 letture

In questo articolo si parla di cultura, assisi, società culturale arnaldo fortini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aeW3