Esodo giuliano-dalmata, riconoscimento all'imprenditore Franco Luxardo

22/02/2015 - Si è svolta nei giorni scorsi la giornata del ricordo dei martiri delle Foibe e dell’esodo dei giuliano-dalmata organizzata dall’amministrazione comunale presso la sala della Conciliazione del palazzo municipale.

Presenti, oltre al sindaco Claudio Ricci e al consigliere Franco Brunozzi, anche decine di studenti degli istituti superiori dell’assisano.
Hanno dialogato sul tema "testimoni" tra cui Giovanni Stelli della Società di Studi Fiumani, Franco Papetti dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e, soprattutto, l’imprenditore Franco Luxardo, esule da Zara (a cui è stato conferito il premio dignità giuliano-dalmata nel mondo).
Il Comune di Assisi, attraverso l'Ufficio per il Sostegno alle Nazioni Unite (referente Adriano Cioci) e l'Assessore alla Pubblica Istruzione Serena Morosi hanno promosso numerose iniziative sia per la giornata della memoria che per quella del ricordo citando la necessità che la "dignità" per ogni persona, attraverso la reciproca comprensione, sia oggi un atto "doveroso" per come monito e memoria affinché non si ripetano più tristi e dolorose storie di sofferenza umana.
È stata anche allestita una mostra, nello spazio espositivo di Palazzo Capitano del Popolo, e il vicesindaco Antonio Lunghi ha deposto una corona di fiori in via Martiri delle Foibe a Santa Maria degli Angeli.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2015 alle 23:29 sul giornale del 23 febbraio 2015 - 938 letture

In questo articolo si parla di attualità, assisi, comune di assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afLP