Assisi contro gli sfratti: siglato accordo per canone concordato

1' di lettura 28/02/2015 - È stato presentato nella mattinata di ieri, presso gli uffici comunali di S. Maria degli Angeli, l'accordo per il canone concordato al fine di mediare le esigenze fra categorie, proprietari e inquilini e quindi sviluppare aspetti socio economici nonché favorire la soluzione dei problemi legati alla casa (ed evitare l'aumento degli sfratti).

L'accordo porta a contratti, fra proprietari e inquilini, che generano canoni calmierati, benefici e sgravi fiscali significativi (è il primo accordo di questo tipo determinato in Umbria secondo i nuovi quadri legislativi) sia per persone, famiglie e studenti universitari.
Oltre al Sindaco di Assisi Claudio Ricci (che ha ricordato come ad Assisi l'addizionale IRPEF sia uguale a zero) erano presenti il Vice Sindaco Antonio Lunghi e l'Assessore Monia Falaschi (che hanno seguito, con competenza e incisività, la procedura) nonché i Consiglieri Comunali Daniele Martellini, Franco Brunozzi e Ivano Bocchini.
Con l’occasione il sindaco Ricci ha ringraziato il consigliere comunale Luigi Marini che presentò (da relatore) la specifica mozione in consiglio comunale.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2015 alle 02:08 sul giornale del 28 febbraio 2015 - 527 letture

In questo articolo si parla di attualità, assisi, comune di assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/af4P