Assisi celebra il 'Job Day'. Pioggia di aiuti ai giovani in cerca di lavoro

giovani generico 2' di lettura 26/03/2015 - 10.117 adesioni a “Garanzia Giovani”, il Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile prevedendo finanziamenti per i Paesi Membri, tra cui l’Italia e l’Umbria; 6.086 appuntamenti fissati dai Centri per l’Impiego della Provincia di Perugia; 4.259 presentati, di cui 3.966 risultati in possesso dei requisiti necessari; 4.031 da prendere in carico per un totale di 3.350 di misure assegnate tra tirocini (1.363), voucher (1.184), auto imprenditorialità (23).

Questi sono i dati, aggiornati al 13 marzo 2015 forniti da Riccardo Pompili, responsabile del Servizio Politiche del Lavoro e Servizio alle Imprese della Provincia di Perugia intervenuto nella giornata di ieri al “Job Day”, il convegno di orientamento al lavoro per giovani e aziende promosso dal Comune di Assisi in svolgimento al teatro Lyrick.
Pompili, rivolgendosi a una platea formata da giovani studenti, ha spiegato loro come funziona lo strumento della “Garanzia Giovani”, delle opportunità che offre loro e come potervi accedere.
“In tutto il territorio provinciale di Perugia sono state attivate 5 strutture a tale scopo: i Centri per l’Impiego di Perugia, Foligno, Città di Castello, gli Sportelli del Lavoro di Gubbio e Gualdo Tadino. Prima di tutto – ha detto Pompili – occorre prendersi in carico il giovane tra i 15 e 29 anni, farlo registrare nel modulo on line della Regione Umbria e dopodiché si procederà a fissare un appuntamento per il primo colloquio. Tra gli strumenti messi in campo il Voucher fino a 4mila euro per frequentare corsi di formazione da 100 a 450 ore con rilasvcio di attestato di qualifica; l’EURES per chi volesse intraprendere un’esperienza lavorativa in uno dei Paesi Membri dell’UE; oppure, ancora, si può diventare imprenditori e allora si supporterà il giovane nell’attività autonoma con consulenze da parte di Sviluppumbria o AUR con servizi volti a incentivare gli start-up o servizi di accompagnamento di accesso al credito. Ancora - ha proseguito Pompili – altro strumento i tirocini che danno la possibilità di fare un’esperienza in azienda della durata di sei mesi con una borsa retribuita la cui entità varia a seconda delle ore settimanali. Se, al termine di questo percorso, il giovane verrà assunto dall’azienda la stessa potrà beneficiare di bonus in caso di stipulazione di un contratto a tempo indeterminato”.
Il responsabile della Provincia di Perugia ha concluso il suo intervento rendendo noti i dati dell’assisano che al 13 marzo ha fatto registrare 305 adesioni, 106 presi in carico (di cui 45 tirocini e 32 voucher), 98 ancora in attesa, 65 assenti all’appuntamento e 36 adesioni annullate.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-03-2015 alle 03:08 sul giornale del 26 marzo 2015 - 491 letture

In questo articolo si parla di lavoro, giovani, perugia, provincia di perugia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ahfW